Interpreti si diventa alla Scuola Superiore per Mediatori Linguistici San Domenico


Come diventare un ottimo interprete?

interprete

Se parli bene due lingue, dovresti essere l’interprete  ideale … ma non è così? In realtà  parlare due lingue bene  non significa essere un interprete professionista!

Gli interpreti professionisti devono avere competenze linguistiche eccellenti in almeno due lingue, essere linguisticamente più che competenti, avere una profonda conoscenza di entrambe le culture e, soprattutto, padroneggiare l’arte dell’interpretazione.

Gli incarichi interpretativi spesso comportano  attività lavorative stressanti , viaggiare molto, essere chiamati all’ultimo minuto e lavorare fino a tardi. Ma questo non   deve scoraggiare , poiché si avrà l’opportunità di scoprire che le emozioni che  darà l’interpretazione  vi compenserà di tutto.

interprete interpreters
Non ci sono  giorni nella vita di un interprete che siano  sempre  gli stessi. La varietà di argomenti da interpretare è sorprendente, il lavoro è eccitante e si va sempre in giro a parlare con la gente. Gli interpreti permettono a coloro che non si comprendono  di avere una voce e di essere ascoltati, semplicemente rendendo ciò che viene detto in un’altra lingua. Aiutare le persone a comunicare è un’esperienza davvero gratificante.

In breve, interpretare è una carriera meravigliosa.

Quale  carriera intraprendere e che tipi di interpretariato?

Ci sono diverse aree tipologie di interpretariato: conferenza, affari e servizio pubblico.

Gli interpreti di conferenza possono essere assunti come interpreti  da parte di grandi organizzazioni internazionali come l’ONU e l’UE, oppure possono essere liberi professionisti che lavorano in grandi eventi e in conferenze internazionali, eventi politici, riunioni del consiglio aziendale a livello europeo o in fiere.

Il principale tipo di interpretazione utilizzato per l’interpretazione di conferenza è l’Interpretazione simultanea. L’interprete lavora  in coppia con un altro interprete nella cabina di interpretariato. L’oratore  parla al microfono e l’interprete trasferisce istantaneamente il messaggio tramite un microfono ai partecipanti nella loro lingua di arrivo. In molte Conferenze simultanee, l’interprete può essere interpretato  da altre cabine (interpretariato a relè), ad es. Speaker turco >>  cabina inglese >> cabina italiano >> Cuffie dei partecipanti italiani. Allo stesso modo, in molte Conferenze simultanee vengono utilizzate cabine bilingue, con l’interprete che lavora con più di una lingua.
Gli interpreti aziendali interpretano  spesso durante riunioni aziendali, corsi di formazione, trattative commerciali o qualsiasi tipo di evento aziendale.   Questo lavoro è talvolta svolto da interpreti di conferenza o interpreti per servizi pubblici.

an interpreter at work during th eu

Il principale tipo di interpretazione utilizzato per l’interpretazione aziendale è l’interpretazione consecutiva. È qui che l’interprete si siede con i delegati e ascolta l’intero discorso (che può durare fino a 20 o anche 30 minuti) per poi renderlo disponibile alla lingua dei partecipanti. Alcune informazioni sull’argomento possono essere state fornite in anticipo dagli oratori, per fornire l’argomento principale e permettere un ottima interpretazione . Le abilità di saper  prendere appunti vengono insegnate durante i  corsi di interpretazione, per diversi mesi.L’ interpretazione sussurrata (o Chuchotage) viene anche utilizzata per l’interpretazione aziendale. È qui che l’interprete si trova o siede accanto al delegato e interpreta sussurrando direttamente all’ orecchio.

Gli interpreti che svolgono interpretariato per il servizio pubblico operano in una vasta gamma di servizi, che in gran parte rientrano in due categorie:

Gli interpreti di polizia e di tribunale lavorano in un ambiente forense in una varietà di situazioni: interpretariato per interrogatori , partecipazione a cause giudiziarie e collaborazione con il servizio penitenziario. Questo tipo di lavoro spesso richiede una formazione approfondita e uno screening rigoroso.

Gli interpreti di comunità lavorano nei settori della salute e / o dei governi locali (ad esempio, centri di lavoro, istruzione e aiuti ai migranti), coprendo varie situazioni compresa l’interpretazione per i pazienti  in ospedale, aiutando  ad accedere ai servizi educativi essenziali o ad assistere in questioni abitative. Anche la traduzione a vista e l’interpretariato telefonico sono richieste e costituiscono parte dei servizi richiesti.

Nell’interpretazione  per il servizio pubblico, l’interpretazione di trattativa viene comunemente usata,  l’interprete rende il discorso o la presentazione  del relatore nella lingua di destinazione poche frasi alla volta; per le situazioni uno-a-uno, può essere utilizzato l’Interpretazione sussurrata (Chuchotage). L’interpretazione remota viene talvolta utilizzata anche nell’interpretazione del servizio pubblico, in cui uno o più relatori non si trovano nella stessa stanza dell’interprete e, ad esempio, comunicano con lui o lei tramite telefono o Skype.

Featured Image -- 1111

Come  si  diventa  interprete?

 

Innanzitutto bisogna partire con una scuola che garantisca una solida preparazione di base e che sia in grado di fornire docenti interpreti professionisti.
All’interno di un ottima struttura dotata di attrezzature  e tecnologie avanzate si formeranno figure professionali in grado di lavorare in imprese internazionali, nel settore della mediazione culturale , dell’assistenza linguistica, della traduzione e redazione di testi, verbali, corrispondenza, dell’ interpretazione di trattativa e di tutti gli ambiti in cui è necessario un interprete o un traduttore.

open day ragazza sorridente

 

Chi desidera diventare interprete per l’Unione Europea deve partecipare al concorso, che viene bandito una volta all’anno; superato il concorso si finirà in una graduatoria alla quale le singole istituzioni comunitarie attingeranno all’occorrenza. I requisiti sono la conoscenza di determinate combinazioni  linguistiche  e un test di traduzione simultanea e consecutiva.

Per diventare interprete free lance non ci sono limiti di nazionalità e possono essere prese in considerazione tutte le lingue.

Per diventare interprete : esistono diverse scuole professionalizzanti, sia in Italia che all’estero; importante nella scelta della scuola è  il tipo di formazione offerta e soprattutto la metodologia utilizzata, la qualità dei docenti le esercitazioni negli appositi laboratori le attrezzature e le tecnologie per la didattica.Se si ha una Laurea in lingue o altra laurea  e si desidera comunque diventare interpreti,    si consiglia di  seguire un master specifico in interpretariato e di fare molti tirocini nelle conferenze.

Per saperne di più

 

Mediazione linguistica: interpreti, traduttori, adattatori, figure emergenti nel mercato del lavoro


Il Mediatore Linguistico è una figura professionale che svolge attività di mediazione tra persone e i servizi dei vari paesi stranieri, con lo scopo di facilitare una comunicazione e una comprensione reciproca. questa figura profesionale, altamente richiesta,si distingue sia dal traduttore, perché non tratta solo la traduzione del testo scritto, pur contemplandola nella propria attività, sia dall’interprete,che si avvale dell’utilizzo di apparecchiature tecniche necessarie per l’interpretazione congressuale, pur essendo in grado di gestire la traduzione orale in gruppi più ristretti di persone con le tecniche dell’interpretazione consecutiva, della trattativa e dello chuchotage (tipo di interpretazione simile alla simultanea ma senza l’ausilio di microfoni o cabine).

La mediazione linguistica ,figura sempre più richiesta in ambito occupazionale,  non si occupa solo di intermediazione linguistica, ma è in grado  di rimuovere gli ostacoli che si creano nella comunicazione, per favorire lo scambio e la comunicazione tra persone che vengono da diversi paesi.

SSMLSANDOMENICO_INTERNATIONALCAMPUS real

La figura professionale del mediatore linguistico  può essere utilizzata in diversi settori lavorativi della nostra società ( aziende, enti, associazioni, onlus, ONG,scuole, strutture sanitarie, carceri ecc.). Un aspetto fondamentale di questo profilo professionale  è saper essere al di sopra della parti e garantire un dialogo su base paritaria, nel rispetto delle differenze culturali. Il mediatore è anche interprete e traduttore, ma  è il dialogo che garantisce la buona riuscita della mediazione, la capacità di saper creare un ponte tra culture.

Il successo dell’ intervento è la sua capacità e la necessità di essere un esperto della comunicazione.

mediazione linguistica campus

Il mediatore linguistico utilizza le proprie conoscenze linguistiche e culturali e la propria capacità relazionale ed empatica per meglio interpretare ed esprimere le caratteristiche e i bisogni degli stranieri e non: si pone da “ponte” tra gli immigrati stranieri e i servizi e/o popolazione del Paese di accoglienza. Non è solo un interprete che traduce da una lingua ad un’altra, ma esercita una funzione di orientamento culturale nei confronti degli immigrati, per favorire la loro completa integrazione.

master-professionali-ssmlsd

  • Via Casilina, 233, 00176 Roma

COME DIVENTARE INTERPRETI E TRADUTTORI PRESSO LA UE


interprete ue

Conoscere bene  una lingua straniera è diventato un requisito di enorme importanza per entrare nel mondo del lavoro. Oggi quasi tutte le aziende richiedono la conoscenza di almeno una lingua estera come elemento indispensabile all’assunzione del personale poiché, date le nuove norme emanate dalla Comunità Europea in fatto di libera circolazione delle persone, dei lavoratori e delle merci, è più facile stabilire rapporti di lavoro con aziende europee e d’oltreoceano. Abbiamo sempre più la necessità di figure professionali “multilingue”, con capacità di intrattenere rapporti con clienti esteri o di utilizzare testi e materiali redatti in altre lingue.

Formarsi  frequentando corsi altamente professionalizzanti , può rappresentare un’arma vincente per differenziarsi rispetto ad altri candidati. Inoltre se si possiede una particolare predisposizione all’apprendimento delle lingue, l’ideale è  orientarsi verso la carriera di TRADUTTORE e INTERPRETE, la professione più adatta a chi ama viaggiare, a chi vuole lavorare in contesti internazionali e…guadagnare bene.

an interpreter at work during th eu

FREQUENTARE SCUOLE PER MEDIAZIONE LINGUISTICA CON CORSI PER INTERPRETI E TRADUTTORI – Innanzitutto bisogna partire con una scuola che garantisca una solida preparazione di base , che abbia strutture  e laboratori di interpretariato  all’avanguardia.
All’interno di essa si formeranno figure professionali in grado di lavorare in imprese internazionali, nel settore della mediazione linguistica e culturale , dell’assistenza linguistica, della traduzione e redazione di testi, verbali, corrispondenza, dell’ interpretazione di trattativa e di tutti gli ambiti in cui è necessario un interprete o un traduttore.

 

Chi è in possesso del diploma di maturità può iscriversi ai corsi universitari in mediazione linguistica  in traduzione e interpretazione, di durata triennale che consentono una formazione culturale e una preparazione professionale altamente specializzate; oppure chi ha una laurea triennale i Lingue  ai corsi di secondo livello Laurea magistrale che consentono anche  corsi professionali in interpretazione di conferenza, una professione molto richiesta e ben retribuita. Per accedervi è richiesta una competenza linguistica avanzata, con padronanza della lingua italiana e di due lingue straniere sia nel parlato che nello scritto.

Le lezioni si svolgono integrando la fase d’aula con esercitazioni,laboratori di interpretariato  e traduzione, seminari, e gli insegnamenti si riferiscono solitamente all’inglese, al francese, al tedesco ,allo spagnolo e al portoghese , che sono poi le  lingue ufficiali più diffuse nella Comunità Europea ,ma è anche possibile studiare lingue orientali come il russo ,cinese ,giapponese ed arabo. Il programma comunitario Erasmus consente di svolgere un periodo di tirocinio all’estero o  presso Università collegate con le scuole per interpreti, con riconoscimento delle frequenze e degli esami da parte dell’università di origine, e con contributi erogati dalla Unione Europea.

Per ulteriori informazioni: consultare la pagina ufficiale dell’Unione Europea

LAVORARE PER L’UE – Se conoscete bene le lingue e desiderate viaggiare, entrare in contatto con un ambiente multilingue e multirazziale, potete cogliere al volo le opportunità offerte dalla Unione Europea presso le cui istituzioni si può lavorare come interprete e o traduttore. Per entrambe le professioni è prevista una doppia possibilità, quella di lavorare presso le istituzioni comunitarie in qualità di funzionario o come libero professionista. Nel primo caso l’assunzione avviene attraverso i concorsi pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della  UE e pubblicizzati sui quotidiani nazionali. Gli aspiranti traduttori, oltre ad essere cittadini europei e ad essere laureati, devono avere una conoscenza perfetta di almeno 2 lingue della UE. Come diventare interprete di conferenza

TRADUTTORE AGGIUNTO – Inoltre, per diventare traduttore aggiunto non è richiesta alcuna esperienza professionale, anche se vengono presi in considerazione solo quei candidati che abbiano ottenuto il diploma di livello universitario non più di 3 anni prima della pubblicazione del concorso; mentre, per diventare traduttore si richiede esperienza minima di 3 anni. Il concorso si basa su prove scritte (domanda a risposta multipla e traduzioni nella lingua madre). L’intera procedura dura in media dagli 8 ai 10 mesi. La scelta del vincitore viene fatta tenendo conto della sua formazione e della disponibilità dei posti.

TRADUTTORE LIBERO PROFESSIONISTA – Chi, invece, preferisce lavorare come traduttore libero professionista deve riferirsi al Servizio di Traduzione della UE, che ha sede a Bruxelles e a Lussemburgo e che conta nel suo organico ben 1300 linguisti e 500 ausiliari, più i traduttori da tutto il mondo.

Il reclutamento avviene tramite appositi bandi, pubblicati circa ogni 3 anni sulla Gazzetta comunitaria, presentando delle proprie offerte di traduzione.

european parliament a booth

COME DIVENTARE INTERPRETE – Chi desidera diventare interprete deve partecipare al concorso, che viene bandito una volta all’anno; superato il concorso si finirà in una graduatoria alla quale le singole istituzioni comunitarie attingeranno all’occorrenza. I requisiti sono la conoscenza di determinate lingue e test di traduzione simultanea.

INTERPRETE FREE LANCE – Per diventare interprete free lance non ci sono limiti di nazionalità e possono essere prese in considerazione tutte le lingue.

master-professionali-ssmlsd

  • Via Casilina, 233, 00176 Roma

Cosa è la Mediazione Linguistica


SCUOLA SUPERIORE MEDIATORI LINGUISTICI per il MANAGEMENT E LO SVILUPPO DEL TERRITORIO SSML “San Domenico” (Decr. Dirett. 24/10/2012, G.U. n. 260 del 7/11/2012)

promoott
Cosa è la mediazione linguistica? Si caratterizza  sopratutto per la approfondita competenza nel trasferire, per iscritto o oralmente, i contenuti e i corretti significati di una lingua in un’altra, così da permettere una perfetta comprensione tra soggetti di lingue e culture diverse.
La scuola  si propone di fornire una approfondita preparazione culturale, tecnica e professionale a tutti coloro che intendono intraprendere la professione di mediatore linguistico.
La richiesta di tali figure è in continua crescita nel mercato del lavoro, che diviene ogni giorno più globale, tenendo conto delle caratteristiche dell’ area territoriale italiana, che ha visto negli ultimi anni sviluppare la propria vocazione e connotazione alla internazionalizzazione, inevitabile a causa della sua posizione geo-politica, dei flussi migratori e delle attività socio – culturali connesse alla politica di cooperazione allo sviluppo nell’area del Mediterraneo e dell’ Europa est-balcanica, dell’allargamento dell’Unione Europea, della presenza di imprese che operano con l’estero, della intensa vocazione turistica e culturale, dell’incremento di attività nel settore dei media, dell’audio-visuale, dello spettacolo e della mutimedialità.

Le lingue e le scelte attivate sono:
I Lingua
INGLESE
II Lingua
SPAGNOLO  TEDESCO FRANCESE  RUSSO  GIAPPONESE
E
III Lingua*
ARABO CINESE  PORTOGHESE

*In presenza di gruppi di iscritti che siano interessati allo studio e alla conoscenza di ulteriori lingue la Scuola si riserva la possibilità di attivarne altre.

STRATEGIE DIDATTICHE:
• Training Linguistico intensivo con docenti madrelingua e biligui in piccoli gruppi
• Docenti bilingue, traduttori e interpreti professionisti
• simulazioni in laboratorio multimediale
• materiale didattico aggiornato con linguaggi tecnici e specialistici
• contatti e collaborazioni con enti e aziende che utilizzano la professionalità del Mediatore Linguistico
Il Diploma di Mediatori Linguistici rilasciato dalla Scuola , consente di proseguire gli studi con il Biennio di Laurea Magistrale (120 CFU) o di accedere a Master professionalizzanti.
RIFERIMENTI E SBOCCHI OCCUPAZIONALI
Con il Diploma di Mediatore Linguistico (Corso di Laurea in Scienza della Mediazione Linguistica L-12) è possibile collocarsi velocemente nel mondo del lavoro con particolare riferimento ai settori:
• Editoria
• Imprenditoria e Aziende
• Organizzazioni ed operatori del settore viaggi
• Commercio con l’Estero
• Turismo
• Servizi Sociali
• Informazione e Comunicazione
• Beni e attività culturali
• Cinema e spettacolo ( RAI, Mediaset, Cinecittà )
Inoltre intraprendere le professioni dell’interpretariato e traduzione , dell’adattamento per l’audiovisivo ,sottotitolazione e audiodescrizioe

La mediazione linguistica culturale grande manifestazione presso l’aula Magna della SSML San Domenico di Roma


Una bella esperienza lo spettacolo di talenti organizzato dall’Associazione AUPIU in collaborazione con Astrambiente, UNITALIA il 29/05/2015 il talent show, “Let your talent shine”, organizzato dalla Presidente Prof. Adriana Bisirri, presso l’auditorium della SSML San Domenico. La manifestazione artistica promossa in occasione della prima edizione della Giornata della Mediazione linguistica culturale”, organizzata da AUPIU, associazione che riunisce SSML e Istituti Universitari.
L’evento ha avuto luogo venerdì 29 Maggio 2015, presso il teatro dell’Istituto Universitario Scuola Superiore Mediatori Linguistici “San Domenico” a Roma, alla presenza di numerosi esponenti del mondo accademico e rappresentanti del MIUR tra cui il Direttore Generale Dott. Mario Ali, la Dott. Assunta Cioffi.

SSML (4)
Per tutti è stata un’esperienza molto positiva ed  ha dato loro la conferma che lo svolgimento di attività musicali e di spettacolo continua ad essere un valore aggiunto anche nell’ambito dell’istruzione universitaria con la possibilità di dare nuove opportunità di lavoro in ambito culturarale per lo sviluppo del territorio.
Tutti gli spettatori hanno avuto il piacere di assistere a questo spettacolo completo di sketch, esibizioni canore e danzanti.

aupiu

I VINCITORI:
img_9545
1° posto : Federico Borriello & Pierfrancesco Galluzzo
• I due ragazzi, hanno colpito non solo il pubblico, ma anche la giuria che ha deciso di premiarli con il primo posto. Il pezzo che hanno portato era tratto da un’opera di Raymond Queneau, “Exercices de style”, (tradotto in italiano “Esercizi di stile”).Gli Esercizi di stile (Exercices de style), scritti dal francese Raymond Queneau, constano di una trama raccontata in novantanove modi diversi, ognuno in uno specifico stile di narrazione. Furono pubblicati da Gallimard per la prima volta nel 1947. Nel 1963 ne uscì un’edizione aggiornata e nel 1973 un’ulteriore edizione.
Il libro è stato pubblicato in Italia nel 1983 dalla casa editrice Einaudi, nella traduzione di Umberto Eco con testo originale a fronte. Una nuova edizione, con aggiunta di testi e una postfazione di Stefano Bartezzaghi è uscita nel 2001.
Il duo è stato impeccabile e a dir poco sincronizzato in tutte e sei le interpretazioni. Eccovi l’elenco:
• In coro
• Botta e risposta di frazioni di singole frasi
• Gesti
• Alternanza spagnolo e inglese
• Alternanza dialetto calabrese e romano
• Effemina

A condividere il podio a parimerito è stata la bravissima pianista, Ester Lucarini che si è esibita in un bellissimo brano al pianoforte.

20018_10206616888010635_3577272048648397823_n

2° posto: Matteo Galoni

img_9482 Ad aggiudicarsi il “posto di mezzo” è stato il bravissimo cantautore, Matteo Galoni, portando un suo pezzo “La vita che volevi” in versione acustica, poiché la sua band, i Vincent, per impegni extra, non ha potuto accompagnarlo nella sua esibizione. Ma è comunque stato un successone!

Martina de santis

3° posto: Martina De Santis
La terza vincitrice, meritava almeno un posto nella top 3 con il suo brano inedito dal titolo “Ascolta anche tu”, che ha fatto scendere qualche lacrima agli spettatori. La bellissima canzone è dedicata a sua madre, scomparsa proprio l’anno scorso. Ancora complimenti Martina!!!
ESIBIZIONI DEGNE DI NOTA

sissiSissi Hu
Sissi è di origine Cinese,come dice lei di seconda generazione . Perfettamente italiana e quando la sentiste parlare in italiano direste : “Questa è una romana DOC”. Sissi ha deciso di portare un monologo, scritto da lei che mette a confronto due culture , quella cinese e quella italiana, deliziandoci con qualche frase in cinese e facendo delle battute davvero divertenti degne del palco di Zelig.
11393150_10206616980052936_2016480963160326708_n

Clarissa Candellero in Sweet Child O’ Mine dei Guns N’ Roses
La sua potente voce è stata qualcosa di eccezionale magnificando tutto l’auditorium, facendolo risvegliare di entusiamo. Inutile dire che la sua interpretazione è stata grandiosa e grintosa allo stesso tempo. E nonostante fosse una cover, Clarissa ha saputo reinterpretare il brano in maniera originale, come solo lei sa fare, prendendo delle note altissime.

11392963_10206616976492847_7989598018889559288_n

Giulia Mollo in Chasing Pavements di Adele riadattata in italiano
Altra sorpresa è stata l’esibizione canora di Giulia, che ha stupito tutti con la sua voce dolce e melodica. Il testo è stato tradotto e adattato da Laura Serrentino, che ha chiesto alla cantante stessa di cantare il pezzo. La canzone, invece è stata riarrangiata dal professore Alfredo Rocca Docente della SSML GREGORIO VII .

11219109_10206616922851506_5341809033973655090_n

Altro talento, conosciuto da tutti alla Gregorio VII è sicuramente Enrico Gabriele Gentile, che ha portato un suo brano inedito intitolato “Roman Nights”.

1907517_10206616905611075_5401672939546511416_n

Le elegantissime ragazze che hanno cantato la canzone “I Colori del Vento” tratta dal cartone animato disney “Pocahontas”. Il testo è stato tradotto e riadattato da Paola Ferraiuoli e Valentina Corsi e dedicato alla Prof. Adriana Bisirri Presidente di ASTRAMBIENTE.

image-0001

And last but not least, Giulia Mollo e Chiara Balsamo con la collaborazione di Clarissa Candellero sono riuscite a portare a termine il difficile progetto di sceneggiatura di una fiction il cui trailer è stato presentato all’inizio dello spettacolo grazie al preziosissimo aiuto dell’attrice e regista, Marta Bifano. Presto il trailer e le altre scene verranno messe in rete. Sopra potete apprezare la Locandina realizzata dalla brava Giorgia Giannetti.
ESIBIZIONI  degne di nota

Il Professore Alfredo Rocca in I Sogni
Anche il professore di traduzione e literary adaptation ha sorpreso tutti con un suo brano inedito a fine serata, intitolato “I Sogni”.

11351326_10206616958932408_5638895946342507561_nSSML (10)SSML (8)ming

Esame Ammissione Interpreti e Traduttori, Mediatori Linguistici : Scegli il tuo Futuro per un Lavoro sicuro!

In evidenza


SCOPRI COME ACCEDERE AL TUO SUCCESSO PROFESSIONALE! RICHIEDI IL TUO TEST DI INGRESSO ORA… 06.27801150!

Affrettati e prenota il tuo esame di ammissione !

Se stai frequentando l’ultimo anno della scuola superiore , del liceo  linguistico, del liceo classico o scientifico  oppure sei uno studente dell’ università di lingue, delle varie facoltà di lingue e letterature straniere e sei insodisfatto perchè desideri diventare interprete e traduttore o riuscire in una delle tante professioni offerte  dalla Mediazione Culturale e Linguistica e sei appassionato di studiare le lingue orientali, sei invitatio a vsitare il nostro campus universitario e a non rassegnarti per il tuo futuro lavorativo.

Potrai rendersi subito conto che la nostra formazione è unica e vincente nel territorio italiano. In tempi di crisi economica solo una formazione in Mediazione Linguistica per il Management e lo Sviluppo del Territorio con gli innumerevoli indirizzi professionali  ti può garantire un lavoro e una occupazione di successo anche a livello intrnazionale.

La  grande maggioranza degli studenti di lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, arabo, cinese, romeno e portoghese) sanno che è fondamentale partire, per frequentare gli istituti più innovativi, perfezionare le lingue, scoprire ambienti di lavoro stimolanti, dal Regno Unito all’Australia, dalla Cina alla Russia, dall’Europa al Brasile alle Americhe.

Noi della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici “San Domenico” insieme  ad AUPIU e al nostro  partner specializzato in viaggi studio e in vacanze studio all’estero Lingua Academy abbiamo scelto per i nostri studenti del corso di Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica , dei master in traduzione ed interpretariato, Linguistica Forense, Interpretariato di Conferenza, Traduzione ,Adattamento, Sottotitolaggio degli audiovisivi , Alta Formazione in  Security and Intelligence,  i luoghi più interessanti e più ricercati, mettendo a loro a disposizione  borse di studio per le vacanze studio con alloggi in residence,in famiglia o appartamenti per corsi da 2 a di 3 settimane all’estero, nei mesi di luglio, agosto e settembre, quando le lezioni nel nostro International Campus di Roma sono sospese per le vacanze estive. Non esitare, telefona subito  e prenota il tuo esame di ammissione per non perdere questa meravigliosa occasione. Solo se ti iscriverai entro e non oltre il mese di Maggio potrai usufruire di questa grande opportunità ! Non perderla! Consulta le diverse località e scegli il tuo futuro di successo!       

Chiedete informazioni alla segreteria

Tel. 0627801150   Fax: 0692912348

Email: icampus@centroformazioneprofessionale.it

orario: 9.00 – 13,00 / 15,00 – 18,00

Master Professionale in Traduzione e Adattamento delle Opere Audiovisive e Multimediali per il Doppiaggio e il Sottotitolaggio


cropped-interstazione-sito.jpglogo-ssml

  Scuola Superiore per Mediatori Linguistici ” S. Domenico”

 

City University di Londra     city-logo-1894

Obiettivi Generali

La comunicazione multimediale, soprattutto attraverso la componente audiovisiva, è sempre più richiesta .

La professione del “Traduttore-Adattatore” diventa sempre più richiesta perché capace di rendere correttamente i codici propri della Traduzione Audiovisiva, filmica e cinematografica.

La formazione dei Traduttori-Adattatori , Dialoghisti, Doppiatori capaci di svolgere la professione con competenza e abilità tecnica diventa una esigenza per  garantire un alto livello qualitativo.

Il Master per Traduttori-Adattatori di opere audiovisive e multimediali è rivolto:

− a chi affronta per la prima volta il mercato del lavoro;

− a chi, traduttore e/o interprete, laureato in lingue straniere con una forte padronanza delle lingue desidera ampliare il proprio orizzonte culturale;

− a coloro che già operano professionalmente in ambito traduttivo e che intendono rivolgere la propria attenzione verso un settore in crescita rapidissima e di sicuro sviluppo.

Programma Completo

Informazioni e Didattica:

E-mail :    icampus@centroformazioneprofessionale.it

tel 0627801150           fax 0627800247

orario 9,30-13,00 / 14,30 – 18,00

Copyright – Il presente Progetto e coperto da Copyright e di proprietà di International campus Srl. E’ vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale, e l’utilizzo di termini specifici in essi contenuti, i trasgressori saranno perseguiti a termini di legge