Mediazione Linguistica e Sbocchi Professionali – I profili lavorativi


ISCRIZIONI ED ESAME AMMISSIONE CLICCA QUI

Il Mediatore Linguistico  grazie ad una competenza linguistica settoriale in più lingue  straniere, può essere impiegato in diverse attività lavorative sia come dipendente che come  libero professionista.

I Mediatori Linguistici possono svolgere attività professionali nel campo dei rapporti internazionali, a livello interpersonale e d’impresa, della ricerca documentale, della redazione in lingua di testi quali rapporti, verbali, corrispondenza, di ogni altra attività di assistenza di alto profilo alle imprese e negli ambiti istituzionali.

Cosa significa una formazione efficace e innovativa:

Il nostro Piano di Studi , fornisce  competenze linguistiche in almeno  due lingue straniere oltre la madrelingua e la possibilità  di studiare  una terza o una quarta lingua, prevede diversi indirizzi oltre quello di base in traduzione e interpretariato e/o traduzione ed adattamento  come l’indirizzo per le professioni del turismo o  quello aziendale imprenditoriale che permettere agli Studenti di acquisire ,tramite insegnamenti  in settori specifici, le competenze  utili all’inserimento professionale in  diversi ambiti lavorativi.

 Solo alcuni esempi di sbocchi professionali e occupazionali 

Gli sbocchi professionali  sono molti e professionalmente sostenuti e promossi dalla nostra associazione professionale UNITALIA la cui presidente Prof Adriana Bisirri cura e sostiene le attività di tirocinio per l’inserimento professionale di tutti i laureati che escono dalle SSML aderenti ad AUPIU . Tutti gli studenti vengono automaticamente iscritti  già da laureandi  nel  terzo anno. Molti svolgono anche attività di tirocinio in associazione con la creazione di un blog e la capacità di sapersi promuovere tramite i Social Media .  Elenchiamo solo alcuni esempi di profili :

  • Interprete free lance; traduttore free-lance, traduttore editoriale, localizzatore, traduttore e adattatore  di audiovisivi, consulente linguistico per le Camere di Commercio Estere, consulente linguistico per le forze dell’ordine.
  •  Mediatore linguistico, per le relazioni esterne di aziende o uffici pubblici, responsabile della comunicazione aziendale per multinazionali o aziende import-export, portavoce e addetto stampa, traduttore e interprete in agenzie giornalistiche.
  •  Mediatore Linguistico  ed operatore di pace, cooperante nelle organizzazioni umanitarie, impiegato in ambasciate o uffici consolari e operatore nelle ONG.
  •  Mediatore linguistico tour leader per compagnie di crociera, impiegato per compagnie aeree e tour operator, per agenzie di spedizioni e di trasporti internazionali, per la marina mercantile, armatori e compagnie navali.
  •  Mediatore linguistico operatore all’interno di PCO (Professional Congress Organizer), nella ricezione e nel management  alberghiero, come responsabile relazioni esterne per musei e imprese private turistiche.
  •  Mediatore linguistico nell’ambito della area commerciale di aziende internazionali come Key Account Manager, Export sales Manager, Product Manager etc
  •  Mediatore Linguistico nell’ambito dell’area Marketing di aziende internazionali: nel marketing di prodotto, nel retail marketing, nel trade marketing, nel web marketing
  •  Mediatore linguistico come assistente di direzione in società multinazionali, nel reparto Risorse Umane di aziende internazionali.
  • Mediatore linguistico per le nuove tecnologie, esperto comunicatore nei social media  e Blogger.
  • Per saperne di più
  • Le carriere all’avanguardia per l’occupabilità
  •  Il  nostro titolo di Mediatore Linguistico per il Management e Sviluppo del Territorio  è equipollente alla laurea in Mediazione Linguistica L12  e permette  un diretto inserimento in aziende nei settori diversi .  Molte aziende ed enti si rivolgono direttamente a noi per avere i migliori laureati.Non solo la conoscenza  e competenza tecnica  settoriale delle lingue, ma anche della cultura creativa in ambito dell’arte e dello spettacolo, della storia e dell’arte, dell’aspetto economico-giuridico, storico-turistico, dei vari paesi di riferimento, crea  professionisti indispensabili per l’inserimento nell’attuale mercato del lavoro.

Esame Ammissione Interpreti e Traduttori, Mediatori Linguistici : Scegli il tuo Futuro per un Lavoro sicuro!

In evidenza


SCOPRI COME ACCEDERE AL TUO SUCCESSO PROFESSIONALE! RICHIEDI IL TUO TEST DI INGRESSO ORA… 06.27801150!

Affrettati e prenota il tuo esame di ammissione !

Se stai frequentando l’ultimo anno della scuola superiore , del liceo  linguistico, del liceo classico o scientifico  oppure sei uno studente dell’ università di lingue, delle varie facoltà di lingue e letterature straniere e sei insodisfatto perchè desideri diventare interprete e traduttore o riuscire in una delle tante professioni offerte  dalla Mediazione Culturale e Linguistica e sei appassionato di studiare le lingue orientali, sei invitatio a vsitare il nostro campus universitario e a non rassegnarti per il tuo futuro lavorativo.

Potrai rendersi subito conto che la nostra formazione è unica e vincente nel territorio italiano. In tempi di crisi economica solo una formazione in Mediazione Linguistica per il Management e lo Sviluppo del Territorio con gli innumerevoli indirizzi professionali  ti può garantire un lavoro e una occupazione di successo anche a livello intrnazionale.

La  grande maggioranza degli studenti di lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, arabo, cinese, romeno e portoghese) sanno che è fondamentale partire, per frequentare gli istituti più innovativi, perfezionare le lingue, scoprire ambienti di lavoro stimolanti, dal Regno Unito all’Australia, dalla Cina alla Russia, dall’Europa al Brasile alle Americhe.

Noi della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici “San Domenico” insieme  ad AUPIU e al nostro  partner specializzato in viaggi studio e in vacanze studio all’estero Lingua Academy abbiamo scelto per i nostri studenti del corso di Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica , dei master in traduzione ed interpretariato, Linguistica Forense, Interpretariato di Conferenza, Traduzione ,Adattamento, Sottotitolaggio degli audiovisivi , Alta Formazione in  Security and Intelligence,  i luoghi più interessanti e più ricercati, mettendo a loro a disposizione  borse di studio per le vacanze studio con alloggi in residence,in famiglia o appartamenti per corsi da 2 a di 3 settimane all’estero, nei mesi di luglio, agosto e settembre, quando le lezioni nel nostro International Campus di Roma sono sospese per le vacanze estive. Non esitare, telefona subito  e prenota il tuo esame di ammissione per non perdere questa meravigliosa occasione. Solo se ti iscriverai entro e non oltre il mese di Maggio potrai usufruire di questa grande opportunità ! Non perderla! Consulta le diverse località e scegli il tuo futuro di successo!       

Chiedete informazioni alla segreteria

Tel. 0627801150   Fax: 0692912348

Email: icampus@centroformazioneprofessionale.it

orario: 9.00 – 13,00 / 15,00 – 18,00

Mediatore Linguistico e Culturale una Professione diversa dall’ Interprete e Traduttore

In evidenza


cropped-business_people.jpgISCRIZIONE 2014/2015 CLICCA QUI!

 

 

Il mediatore linguistico è il protagonista del confronto tra le diversità linguistiche e culturali.  Una prima area d’intervento è nelle strutture della pubblica amministrazione (ministeri, enti pubblici, regioni ed enti locali) o nelle istituzioni scolastiche (classi multietniche), educative ed assistenziali per agevolare e mediare il confronto con le problematiche della multietnicità ed interculturalità proprie delle diverse aree del paese. Il mediatore deve gestire i processi di integrazione sociale interpretando con un corretto approccio storico e metodologico le istanze socio-culturali delle minoranze linguistiche nei rapporti con le istituzioni regionali, nazionali ed internazionali operanti nel settore della cooperazione culturale e sociale.

oit

Una seconda area d’intervento è il turismo. La piena conoscenza delle lingue e un’adeguata preparazione culturale sono presupposto indispensabile per la trasmissione di contenuti e la costruzione di percorsi turistico-culturali. Sono inoltre competenze funzionali alla gestione dell’impresa turistica, al management dei flussi turistici e a tutti quei ruoli che richiedano di saper interpretare e gestire in termini innovativi e propositivi le diverse situazioni legate al fenomeno turistico.

Accompagnatori e guide richiedono una formazione linguistica che si accompagni ad una preparazione economico/giuridica relativa a tutti i problemi del turismo (individuale, di gruppo, di massa; naturalistico, culturale, e antropologico) nonché ad una precisa componente culturale (letterari, storica, artistica).

Una terza area d’intervento è quella dell’impresa. Il mediatore linguistico trova occupazione come traduttore di linguaggi specialistici e redattore di pubblicistica tecnica per le imprese, e come operatore nei rapporti commerciali internazionali delle aziende.

Una quarta area di intervento è quella della comunicazione linguistico/informatiche per il web e nell’ambito più marcatamente tecnico-umanistico delle indagini di mercato (tecniche di sondaggi, marketing internazionale, pubblicità).

 

L’Europa con le innumerevoli migrazioni si è trasformato in un continente multiculturale, dove vivono fianco a fianco persone di lingua, religione e cultura diverse. La mediazione linguistica e culturale è divenuta indispensabile per facilitare l’integrazione, attraverso la conoscenza e lo scambio reciproco, per assicurare uguali opportunità nel rispetto della diversità. La figura professionale del mediatore linguistico-culturale diventa sempre più preminente in Italia seguendo la scia degli Stati Uniti e del Canada. L’importanza della mediazione è stata riconosciuta dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia, approvata dall’Assemblea Generale dell’ONU nel 1989 e successivamente ratificata da 192 Stati, tra cui l’Italia. In una società multiculturale fondata su uguali diritti e doveri, il servizio di mediazione rappresenta uno strumento che facilita e rende possibile il dialogo e la relazione tra cittadini utenti e le pubbliche amministrazioni.
I mediatori linguistici culturali svolgono un attività di mediazione tra i cittadini di diverse culture, tra immigrati e la società di accoglienza, facilitano le relazioni fra i cittadini stranieri immigrati in Italia, comunitari ed extracomunitari, e gli operatori italiani che, a vario titolo, si rapportano quotidianamente con loro, sostengono ed accompagnando entrambe le parti nella rimozione delle barriere culturali e linguistiche, e promuovono sul territorio una cultura di accoglienza ed integrazione socio-economica, valorizzando le culture di appartenenza. I mediatori linguistici culturali parlano correntemente più lingue, una buona conoscenza della cultura italiana e della cultura della lingua straniera paese , operano nel territorio svolgendo funzioni di interfaccia tra comunità straniere ed Enti e istituzioni locali. Le funzioni svolte dai mediatori culturali non sono solo quelle di traduttore e interprete linguistico, ma anche da interprete della cultura di appartenenza dell’immigrato, dove per cultura si intende il complesso delle norme sociali e religiose, delle abitudini, e dei modelli di vita sia educativi che comportamentali. Gli ambiti d’intervento sono:

Sanitario: dove il ruolo del mediatore consiste nel facilitare la comunicazione durante le visite ed i colloqui con i pazienti stranieri, fornendo al personale sanitario informazioni sulla cultura di provenienza dell’utente ed il disbrigo delle pratiche amministrative.

Giuridico: dove il ruolo del mediatore consiste nel effettuare traduzioni giurate; produrre materiale informativo nella lingua madre dell’utente; accompagnare i cittadini stranieri nei vari uffici (Questura, Carcere, Tribunale); fornire consulenza al personale di servizio sulle specificità delle culture di appartenenza degli utenti; offrire orientamento per il disbrigo delle pratiche burocratiche.

Sociale: dove il ruolo del mediatore consiste nel accogliere gli utenti stranieri che si rivolgono al servizio sociale; facilitare la comunicazione tra operatori sociali ed utenti qualora sia difficile la comprensione linguistica e/o culturale (modello educativo, peculiarità religiose); chiarire ai cittadini stranieri i ruoli ed i poteri ricoperti delle figure professionali operanti nell’ambito sociale; offrire consulenza agli operatori sociali per facilitare la risoluzione dei casi in cui sono coinvolti utenti stranieri.

Lavorativo: dove il ruolo del mediatore consiste nel; offrire consulenza agli operatori a contatto con il pubblico; produrre materiale informativo; fornire consulenza ai cittadini stranieri per la redazione dei curricula e la compilazione della modulistica; istituire e gestire una banca dati/archivio per la ricerca lavoro; divulgare informazioni relative all’ottenimento dell’equipollenza dei titoli di studio; illustrare le procedure necessarie per ottenere la conversione delle patenti; agevolare il disbrigo delle pratiche burocratiche (ottenimento del permesso di soggiorno, ricongiungimento familiare, ecc.); favorire i contatti con i datori di lavoro; agevolare l’ottenimento dei contratti di lavoro.

Scolastico: dove il ruolo del mediatore consiste nel: facilitare la comunicazione tra l’alunno straniero e l’insegnante e tra la famiglia straniera e l’insegnante; offrire assistenza temporanea agli insegnanti di alunni che non conoscono l’italiano; fornire consulenza agli insegnanti per facilitare la comprensione di comportamenti problematici messi in atto dai bambini stranieri; fare docenza nei corsi di aggiornamento per insegnanti sulle tematiche dell’intercultura; partecipare alle riunioni tra gli insegnanti ed i genitori stranieri. Inoltre il mediatore fornisce chiarimenti a insegnanti e famiglie straniere sui diversi modelli educativi; divulga le informazioni relative alle modalità di iscrizioni nelle scuole; produce materiale informativo in lingua straniera relativo alla scuola; si occupa della redazione della modulistica scolastica nella lingua del paese di origine del bambino; prepara materiale didattico nella lingua madre dell’alunno; partecipa ad attività di promozione e valorizzazione di altre culture; fornisce la sua consulenza nei progetti per una didattica multiculturale.

Per preparare al mondo del lavoro la SSML San Domenico ha creato diversi indirizzi professionali :

Indirizzi e professioni

 

Diventare Interpreti di Conferenza: Master, Laurea triennale e Laurea Magistrale alla SSML SAN DOMENICO


2de3de9a259a4b0da40ec9763711443aIl MASTER in interpretariato di conferenza  è stato progettato per tutti i laureati interessati a diventare interpreti di conferenza professionisti. Il nostro programma fornisce  strumenti e  competenze   accademiche e professionali necessarie per competere – e restare competitivi – nella  comunicazione plurilingue.

Potrete apprendere ad interpretare a livello professionale esercitandovi a:

• analizzare problemi di trasferimento linguistico

•  sviluppare  soluzioni e strategie

• applicare  strumenti e metodi appropriati

traduci

Il vostro futuro professionale

Nel  mondo globalizzato,  il multilinguismo svolge un ruolo sempre più importante. Si sente sempre più la necessita di far ricorso ad esperti in comunicazione multilingue  e la richiesta è continuamente in crescita. Di conseguenza la richiesta di interpreti professionisti qualificati è in forte crescita. Interpreti di conferenza professionisti vengono richiesti :

• per gli uffici governativi

• per i parlamenti nazionali ed internazionali e organizzazioni  internazionali

• nel settore privato

• per i sindacati, partiti politici, associazioni professionali, ecc.

Programma  del MASTER

Oltre alle esercitazioni pratiche e corsi basati sulla teoria della traduzione dell’interpretazione, il programma comprende corsi orientati alla pratica :

• simultanea e consecutiva

• prendere appunti, esercizi di memorizzazione, dizione  e impostazione della voce

• gestione della terminologia

• competenze professionali

Si potrà  acquisire una visione diretta della pratica professionale con:

• visite ad istituzioni e clienti potenziali

• possibilità di interpretare in conferenze simulate

• esercitarsi in “cabine mute” in conferenze appositamente organizzate presso il nostro centro

• interpretare in situazioni reali

Il nostro team di docenti  esperti riconosciuti dal mondo accademico e/o  professionale. il nostro rapporto insegnante-studente organizzato in classi  permette di prestare particolare attenzione alle esigenze individuali.

Combinazioni linguistiche

Oltre alla lingua madre (a), si studierà una lingua straniera attiva (b) e una lingua straniera passiva (c) o tre lingue straniere passive.

• a + b + c

• a c + c + c

Si interpreterà dalle  lingue b e c nella madrelingua e dalla propria lingua nella lingua b.   come lingue a, b e c, offriamo:

• Italiano

• tedesco

• francese

• spagnolo

• inglese in combinazione con le seguenti lingue b e c:

• portoghese

• russo

• Romeno

• Cinese

• Arabo

Lingue aggiuntive possono essere offerte in base alla richiesta.

Corso di preparazione in  interpretariato

Offriamo un corso di preparazione all’interpretazione  con tecniche e  competenze per preparare gli studenti alla prova di ingresso. Questo corso comprende:

• Traduzione di vista

• presa appunti e esercitazioni di memorizzazone

• Introduzione all’interpretazione consecutiva

• interpretariato

• terminologia chiave per economia e commercio

• esercitazioni pratiche

Programmi correlati al Master presso la SSML  

Offriamo diverse percorsi formativi di specializzazione nella traduzione e interpretariato professionale   e i seguenti percorsi universitari:

• laurea Magistrale in traduzione ed interpretariato con specializzazioni in comunicazione multilingue, comunicazione multimediale e comunicazione internazionale.

• Corso di Laurea  in mediazione linguistica con specializzazione in management e sviluppo del territorio , in giornalismo (Professione Blogger) e comunicazione internazionale e molti indirizzi di inserimento lavorativo .

Consultate il nostro sito ed informatevi presso la nostra segreteria  per altre offerte formative.

ISCRIZIONE 2015/2016 CLICCA QUI!

International Campus SSML “San Domenico”

Via Casilina, 233

00176 Roma

Tel.0627801150

email  icampus@centroformazioneprofessionale.it

Promuovi l’Italia, Il Made in Italy, il suo passato ,la Storia e la Cultura con SSML San Domenico per tornare a Brillare e costruire Eccellenze


 


ISCRIZIONE 2014/2015 CLICCA QUI!

L’Italia, il suo passato, il bisogno di energia e prospettiva per continuare a scrivere la Storia. Tornare a brillare per costruire eccellenze. Enel lancia la nuova campagna corporate, in onda dal 22 marzo su tv, stampa e web.

Grande  Pubblicità che mette in risalto la nostra cultura . Non scordiamoci di Insegnare nei nostri corsi come promuore il  nostro capitele strorico culturale. Il Nostro Istituto Universitario SSML “San Domenico” con il corso di Laurea Triennale Mediazione Linguistica per il Management e lo Sviluppo del Territorio ha creato un indirizzo per  promuovere il Made In Italy, La Cultura , Lo Spettacolo e le Arti della nostra Bellissima Italia.

Indirizzi e Professioni della SSML SAN DOMENICO

 

La SSML SAN DOMENICO e Il VALORE DEL MADE IN ITALY PER L’OCCUPAZIONE


EMILIO-STURLA-FURNO-GABRIELLA-CHIARAPPAISCRIZIONE 2014/2015 CLICCA QUI!

In occasione della ALTAROMA ALTAMODA, presso il Boscolo Palace Hotel in Via Veneto si è svolta una serata correlata a questo importantissimo appuntamento dal titolo “Le Salon de la Mode – Il Valore del Made in Italy” ideata e curata dalla nostra docente della SSML SAN DOMENICO Gabriella Chiarappa, uno degli eventi più glam nella capitale legati al mondo della moda.

Essere preparati a rilanciare l’occupazione in Italia è l’obbiettivo della formazione universitaria della SSML SAN DOMENICO.Comunicazione di impresa , lingue straniere e promozione del made in Italy sono gli insegnamenti caratterizzanti dell’Indirizzo Mediazione Linguistica Management e Marketing del Made in Italy.L’obiettivo principale è quello di formare dei professionisti con profilo e competenze linguistiche elevate per competere a livello internazionale. Possibili manager delle aziende del settore Lusso in grado di coniugare creatività e capacità di innovare con l’abilità di leggere, interpretare ed anticipare il business attraverso la conoscenza e la gestione di strumenti specifici.

Per più di quarant’anni Catherine De Vivonne, marchesa di Rambouillet, ritenendo la corte di Enrico IV sgradevole per via della rudezza dei costumi, decise di invitare nella sua stessa casa – l’Hôtel de Rambouillet, situato dove attualmente sorge il Palais-Royal – il gran mondo. Ci si confrontava su Arte, Lettere, Storia in quel brillante salotto dove regnava lo Stile e che esercitò una grande influenza sulla lingua e la letteratura francese del tempo e fu tra i pochi che diedero onore alle donne, diversamente dagli altri per lo più frequentati da uomini. E’ ispirato a quello nato nel ‘600 “Le Salon de la Mode – Il valore del Made in Italy” ideato da Gabriella Chiarappa che si presenta come un originale provisional shopping studiato appositamente per raccontare la Moda e le sue suggestioni in uno spazio d’eccellenza quale il Boscolo Palace Hotel di Via Veneto 70 a Roma. Il primo appuntamento – inserito all’interno del Calendario Eventi Collaterali di Altaroma – si tiene Domenica 26 Gennaio 2014 dalle ore 19.00 alle ore 22.00 nell’elegante salone affrescato da Guido Cadorin negli anni ’30, del Boscolo Palace Hotel, affacciato sulla Ambasciata Americana, in una Via Veneto un pò dimenticata dalle le magiche espressioni della moda, ma con questo progetto, oltre che le nuove tendenze, si è voluto rivalorizzare luoghi ed atmosfere che fanno ricordare i fasti del passato, dove tutto era prospettato per un migliore futuro. Il progetto – in collaborazione con Emilio Sturla Furnò, l’Associazione Italiana di consulenti d’immagine Immaginati e l’Università SSML – San Domenico International Campus ha l’obiettivo di dar vita ad un format che vede protagonista lo stile unico e non convenzionale della grande italianità e, per questo primo incontro, della Città Eterna con i suoi inconfondibili colori, valorizzando quella tradizione nazionale che viene intesa come patrimonio imprescindibile e come elemento di distinzione e di valore puro. La selezione dei marchi è il risultato di un’approfondita attività di ricerca delle tendenze del momento e di un’attenta analisi dei consumi svolta da un team esperto nello studio dei trend. Al gruppo partecipano il Direttore di Good in Italy Stefania Giacomini, il Presidente dell’Unione Nazionale Camere Regionali della Moda Giuseppe Fata, lo stilista Claudio Ligato. Tra i brand partecipanti l’alta sartoria maschile internazionale di Luca Litrico, le preziose creazioni di Riccardo Barsalona, gli accessori di lusso di Greta Roma accessori di lusso, la collezione “Fusion” di Orlo, la creatività ecosostenibile di ByLudo della designer del ri-uso Ludovica Cirillo, le borse di tendenza di Easy, Mela di Emanuela Melchiorre. Si ringraziano per il loro prezioso contributo: Maria Christina Rigano, Marco Scorza, Mauri Menga, Ernesto Biagetti, Gloria Giglietti, Elio Carols Mendoza Garofani e Stefania Cogato.

Mediazione Linguistica del Marketing e della Comunicazione Ambientale 2.0 – Green Linguistic Mediator (GLM 2.0)( Corso Finanziato)


Titolo corso:

Mediazione linguistica del Marketing e della Comunicazione ambientale 2.0 – Green Linguistic Mediator (GLM 2.0)

Scarica la scheda completa del corso (formato Pdf)

Nome Organismo:

Scuola Superiore per Mediatori Linguistici San Domenico International Campus

Tipo Organismo:

Istituzioni AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica)

Dati principali

Tipologia corso:

Master universitari

Master di 1° o 2° livello:

Master di 1°livello

Indirizzo del Master:

Scienze umane e sociali

Link web dettaglio master:

http://www.ssmlsandomenico.org/

Area settoriale:

SERVIZI ALLE IMPRESE

Area tematica:

Marketing e commerciale

Obiettivi formativi:

Il master mira a specializzare un Marketing & Communication Manager del settore ambientale, in ottica Web 2.0 con alta competenza linguistica. Una figura capace di coordinare programmare e promuovere su scala internazionale, ogni aspetto del settore della green enomy a beneficio dell’azienda o dell’ente cliente.

Risultati attesi:

Questo manager sarà in grado padroneggiando la lingua inglese, di agevolare il consumo consapevole attraverso un piano marketing in grado di consolidare la comunicazione di un prodotto nell’ottica dello sviluppo sostenibile e del risparmio in termini di risorse, anche grazie a campagne informative rivolte ai consumatori, a linee telefoniche dedicate, a siti Internet, promozioni speciali, campagne pubblicitarie e la partecipazione a iniziative internazionali. Padroneggerà i principali stumenti/contesti a cui più frequentemente si applica l’etichetta “Web 2.0” una nuova concezione tecnologica e filosofica che segna l’evoluzione del www (World Wide Web) da una serie di siti statici collegati tra loro a un ambiente “globale” nel quale software, banda larga e applicazioni multimediali offrono contenuti più ampi e si fondano su una stretta interazione fra gli utenti.

Fabbisogni formativi:

Il mondo della formazione si fa “green”: dal 2000 al 2010 gli ecomaster universitari sono infatti quintuplicati. Gli ultimi dati Isfol rivelano che si è passati dai 60 del 1999-2000 ai quasi 300 nel 2007-2008, e le prospettive per i prossimi anni accademici sono di ulteriori incrementi. A questi si aggiungono i 2000 corsi che in media ogni anno vengono promossi da oltre 500 enti pubblici e privati, ai quali partecipano fra 50 e 55 mila persone. La ricerca Isfol dedicata alle opportunità occupazionali e alle speranze di crescita per la green economy italiana, ha analizzato le ricadute della formazione ambientale sul versante dell’occupazione fra il 1993 e il 2010. I risultati? L’80% di chi frequenta un master ambientale ha trovato lavoro entro sei mesi dalla conclusione del corso e nel 58% dei casi svolge una mansione attinente al percorso di studi. In questi anni, infatti, sono diminuiti i lavori scarsamente qualificati, mentre è aumentato il numero di occupati con posizioni intermedie di tipo tecnico ad elevata specializzazione.

Spendibilità in termini di occupabilità:

Su scala nazionale e internazionale, sono in continuo aumento i settori che si muovono nella direzione del green marketing: il mercato automobilistico, quello degli elettrodomestici, le stesse politiche istituzionali (ed elettorali) intravedono i benefici che si possono ricavare da un simile atteggiamento, sia in termini di profitto che in termini di benessere sociale. Sistemi di produzione, progettazione, organizzazione, costruzione, erogazione di servizi improntati all’ottica del basso impatto ambientale, nel rispetto di protocolli internazionali condivisi: il futuro e il presente del mondo del lavoro in Italia sono sempre più “verdi”, grazie ad un vero e proprio “boom” dei Green Jobs, i cosiddetti posti di lavoro direttamente o indirettamente collegati allo sviluppo della Green Economy. La situazione italiana è parte integrante del più vasto contesto europeo che prevede 4,5 milioni di lavoratori verdi al 2020, di cui una bella fetta costituita dai green collar, cioè i lavoratori del terziario avanzato e della ricerca (Il Sole 24 Ore, maggio 2010).

Innovatività (lettura dei trend di sviluppo economici e tecnologici):

Le promozioni “verdi” sono altamente innovative ed evolutive, socio-compatibili ed eco-sostenibili. Green promotion significa infatti: usare attrezzature di qualità a Km 0; utilizzare in gran parte materiali bio; fare uso solo di detergenti ecologici; effettuare la raccolta differenziata dei scarti/rifiuti; circolare solo con veicoli di trasporto non inquinanti; gestire i servizi a impatto zero. Infatti le vie del marketing e della comunicazione sono (quasi ) infinite e si tingono di “verde”. La comunicazione si fa “non convenzionale” immediata e bidirezionale, la promozione da “one to one” (valore intrinseco semplicemente quantitativo) si fa “one to each” dando così estremo peso al valore qualitativo nonchè della personalizzazione e della spettacolarizzazione e il marketing si fa “progressivo” diretto ed esperienziale.

Follow up:

Per la personalizzazione e la coerenza con gli obiettivi del progetto è prevista una sessione di follow up a metà di ogni modulo affinché siano prodotte indicazioni relative alle modifiche comportamentali indotte dalle attività in corso di svolgimento e per il miglioramento delle stesse. Nel dettaglio si procederà con audit su livello dei risultati raggiunti nelle diverse fasi di erogazione, sintesi dei concetti più rilevanti espressi, indicazioni su come proseguire con la fase successiva del percorso.

Innovatività metodologie formative :

Il corso utilizzerà le innovative modalità di Training on field collegate alla formazione degli adulti sperimentata su campo: formazione on the job, problem posing e problem solving, role-playing, simulazioni, case-history. Per favorire una visione interdisciplinare sulla biocompatibilità edilizia, risparmio energetico e sostenibilità ambientale, la struttura metodologica svilupperà progressivamente competenze specifiche di settore. Un approccio pratico alle tematiche affrontate mediante lo sviluppo di attività progettuali estremamente dinamiche, con l’ausilio delle nuove tecnologie della Green Computing e nel rispetto dei canoni di sostenibilità aziendale.

Modalita’ di valutazione competenze in uscita:

Ogni modulo prevede al suo interno verifiche intermedie che potranno essere effettuate con modalità diverse secondo le esigenze delle singole tematiche trattate, al fine di valutare il processo di apprendimento e gli eventuali interventi di recupero. Alla fine del percorso, dopo aver espletato le verifiche intermedie e lo stage ove previsto, una prova modulare attesterà il livello delle competenze raggiunte.

Caratteristiche dei destinatari

Titolo di studio minimo in ingresso:

Laurea di durata superiore ai tre anni (Diploma di laurea vecchio ordinamento – Laurea magistrale o specialistica nuovo ordinamento)

 Gruppo corsi laurea:

Gruppo agrario

Gruppo architettura

Gruppo chimico-farmaceutico

Gruppo economico-statistico

Gruppo educazione fisica

Gruppo geo-biologico

Gruppo giuridico

Gruppo ingegneria

Gruppo insegnamento

Gruppo letterario

Gruppo linguistico

Gruppo medico

Gruppo politico-sociale

Gruppo psicologico

Gruppo scientifico

Altri requisiti di accesso:

Candidati in posseso di un livello linguistico (inglese) intermedio di competenze del Quadro Comune Europeo, che sarà valutato anche in ingresso con specifico test e colloquio individuale Candidati con attitudine alle tematiche ambientali dell’area settoriale di riferimento del progetto Che desiderano collocarsi/specializzarsi nell’ambito del settore della Green Economy e del Green Job a livello internazionale.

Individuazione dei destinatari del corso, rispetto agli obiettivi e alle finalita’ formative della proposta in termini di titolo di studio, specifici requisiti in ingresso e livelli di competenza in ingresso e in esito al percorso

Tipologia destinatari:

Occupati diplomati

Occupati laureati

Disoccupati laureati

Soggetti in CIG diplomati

Soggetti in CIG laureati

Soggetti in mobilità diplomati

Soggetti in mobilità laureati

Altre informazioni

Costo di iscrizione per partecipante:

4000,00

Durate totali e % ammissibilita’

Durata in:

Ore

Durata totale corso (in ore):

500

Ore attività formazione in aula:

200

Ore attività FAD:

Ore attività stage/project work:

100

Ore attività outdoor :

Ore attività visite guidate:

Ore attività studio individuale:

200

Note sulle attivita’ previste:

Qualora i partecipanti siano lavoratori in attività lo stage verrà sostituito da un project work, concordato e personalizzato con il singolo partecipante e secondo sua specifica richiesta che sarà messa agli atti e conservata presso l’ODF, così come previsto.

Ore totali docenze fascia A:

100

Verifica delle competenze in ingresso?

Si

Prove selettive ulteriori?

No

Parte dell’attività svolta all’estero o altra regione?

No

Per l’iscrizione sarà possibile avere assistenza anche presso la nostra sede a partire dal 2 settembre 2013. L’iscrizione può essere effettuata online dal sito http://www.altaformazioneinrete.it. E’ necessario comunque dotarsi del proprio modello ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), che verrà richiesto e che determinerà, oltre agli altri requisiti, la possibilità di ottenere il finanziamento parziale o totale dell’importo e che consentirà, eventualmente, di procedere velocemente alla vostra assistenza da parte nostra.

info: icampus@centroformazioneprofessionale.it

Master Professionale in “Interpretariato Traduzione e Linguistica Forense “


cropped-interstazione-sito.jpg382755_543563542353472_1930920655_n

logo-ssmllogo-ic

PNFI logo

Scuola Superiore per Mediatori Linguistici ” S. Domenico”

 MASTER FORENSE -scarica locandina in PDF

ALa figura professionale del Mediatore Linguistico, dell’Interprete e del Traduttore Forense in Italia, è diventata negli ultimi dieci anni di fondamentale importanza, a causa del significativo aumento dei cittadini stranieri coinvolti in ambito di Procedimenti Penali o Civili, che siano autori o vittime di reato, o anche reclusi negli Istituti di pena o fermati dalle Forze dell’Ordine.

 

OBIETTIVI 

Il Master Professionale vuole fornire una conoscenza approfondita  della terminologia giuridica della criminologia forense e delle tecniche di comunicazione, inquadrandole nel più ampio contesto dell’Interpretariato Forense e Giudiziario.

DESTINATARI 

Laureati e diplomati in lingue o con titoli equipollenti o di madre lingua.

SBOCCHI PROFESSIONALI

Il Master Professionale “Interpretariato, traduzione e linguistica forense” permette di conseguire quelle competenze specifiche necessarie volte all’esercizio delle professioni di traduttore e interprete per:  tribunali, studi legali e notarili, uffici legali di aziende ed enti pubblici, enti governativi, Forze dell’Ordine, editoria del settore giuridico, ONG e non, etc.

DURATA

Il Master Professionale ha la durata di un anno accademico, con inizio a febbraio 2014, per un totale di 300 ore, di cui 150 ore di lezioni frontali, (100 ore di lingua con esercitazioni pratiche in laboratorio) e 50 ore di lezioni seminariali che affronteranno le tematiche delle discipline forensi e di quellead esse connesse, più 150 ore di fad.

 

SEDE DEL MASTER 

Il Master Professionale “Interpretariato, traduzione e linguistica forense” si terrà presso la Sede della Scuola Superiore per Mediatori  Linguistici SSML “San Domenico” di Roma, Via Casilina, 233.

 

INFORMAZIONI – Segreteria Didattica SSML “San Domenico”

Tel.: 06.27801150 Fax: 06.92912348

ORARIO DELLA SEGRETERIA – dal lunedì al venerdì, ore 9/13 – 14,30/18

SITO WEB – www.ssmlsandomenico.org

E-MAIL – icampus@centroformazioneprofessionale.it

 Programma Completo

 

 

 

Corso di Alta Formazione in Interpretariato di Conferenza in lingua Inglese

In evidenza


inizio Corsi :2 edizioni Ottobre e Marzo

Durata : 60 ore  in formula week-end –  8 ore  il sabato  120 in Fad

OBIETTIVI

 Il Corso di Alta Formazione in Interpretariato di Conferenza in Lingua Inglese, vuole approfondire gli elementi indispensabili nella formazione di un interprete, creando una figura professionale particolarmente ricercata sul  mercato del lavoro: un professionista della traduzione consecutiva, chuchotage e Simultanea grazie alla possibilità di consolidare la capacità di  comprensione e di sintesi, di sviluppare le abilità oratorie  e di rafforzare la capacità di controllare la propria voce utilizzando le tecniche di dizione.  Avere buone competenze linguistiche non basta per essere un ottimo interprete, è necessario fare pratica per sapersi orientare negli ambienti  congressuali ed acquisire strumenti e conoscenze per organizzare la propria attività e farsi conoscere dai clienti.

DESTINATARI

 Il Corso richiede ottime competenze della lingua inglese(minimo B2 ) ed è indirizzato a:

 – Candidati in possesso di un diploma di laurea triennale in Scienze della Mediazione    Linguistica (classe 3/L12)

   – Candidati in possesso di laurea quadriennale (v.o.), di laurea specialistica o magistrale

   -Candidati con ottime competenze linguistiche e professionisti di settore con  ore di esperienze nel settore.

  METODO DIDATTICO

 Il Corso  di Alta Formazione  prevede 60 ore d’aula e 120 ore in Fad . La Formula Week End rende questo percorso particolarmente adatto a coloro che sono già impegnati durante la settimana ma non vogliono rinunciare ad arricchire le proprie competenze. Le lezioni sono tenute infatti il sabato o il venerdì  dalle 10.00 alle 18.00.

 Il percorso di Alta Formazione professionale prevede  lezioni teorico formative ed attività pratiche volte a permettere ai partecipanti di applicare direttamente in aula e in cabina in sala conferenze  le nozioni apprese e di contestualizzare con l’operatività reale.

  Il Corpo Docente dedicato al Master è composto da qualificati Professionisti,  Interpreti , Manager e Professional del mondo lavorativo.

 Durante il corso dei principali Moduli sono previsti momenti di verifica, che permetteranno di valutare il grado di apprendimento e le attitudini personali di ciascun partecipante.

 La metodologia sarà principalmente di carattere pratico. Le lezioni frontali svolte in aula, in laboratorio o in cabina, anche sotto forma di esercitazioni, mirano al consolidamento delle abilità finalizzate alla traduzione simultanea, consecutiva, di trattativa e chuchotage. E’ disponibile una  Sala Conferenze con Cabine   che gli studenti potranno utilizzare  .

 La frequenza  è obbligatoria. Al termine del Corso di Alta Formazione verrà rilasciato il Diploma di Corso di Alta Formazione in Interpretariato di Conferenza in lingua inglese  a tutti coloro che avranno frequentato almeno l’80% delle lezioni.

PROGRAMMA

 Il Programma prevede i seguenti moduli didattici:

Strategie in Interpretazione

Interpretariato di Simultanea

Interpretariato di Trattativa

Le Istituzioni Europee e la Carriera di Interprete

Competenze e Sviluppo della Carriera di interprete

Abilità e competenze comunicative nelle lingue di lavoro;

Linguaggi settoriali:

Settore politico-istituzionale;

Settore turistico;

Settore economico-finanziario;

Settore medico-scientifico;

Settore giuridico;

Capacità di comprensione e di sintesi,

Impiego dei sistemi di simboli visuali nella presa di appunti

Tecniche di memorizzazione;

Tecniche dell’interpretazione

Interpretazione in consecutiva,

Interpretazione in trattativa,

Interpretazione in simultanea;

Abilità oratorie,

Controllo e dominio della propria emotività;

Training di dizione;

Come trasmettere correttamente i contenuti del messaggio di partenza;

Il codice etico della categoria professionale che si rappresenta;

Le dinamiche del mercato del settore

Project Management

SBOCCHI PROFESSIONALI

 Le competenze acquisite con il Corso saranno utili nell’intraprendere l’attività di interprete sia nelle istituzioni, che come free lance che in ambito aziendale e congressuale , Interprete Free Lance.

BORSE DI STUDIO E AGEVOLAZIONI

 Il Centro Universitario mette a disposizione delle Borse di studio a copertura parziale. Per partecipare alla graduatoria per l’assegnazione delle Borse di Studio è necessario iscriversi alle selezioni entro  Novembre  (prima edizione) o Gennaio  (Seconda edizione)

 E’ possibile ripartire l’intera quota di partecipazione in rate .Per informazioni contattare la segreteria.

AMMISSIONE  E  ISCRIZIONE

 Il Corso di alta formazione è a numero chiuso e prevede un minimo di  partecipanti e un massimo di 16.

 La procedura di ammissione prevede un processo di selezione finalizzato ad individuare potenziali, attitudini, motivazioni e competenze linguistiche dei candidati.

 Per iscriversi alle selezioni è necessario   inviare apposita domanda di partecipazione e farla pervenire per mail/fax al centro universitario entro e non oltre il 20 Novembre  e il 20 Gennaio  di ogni anno accademico

L’iscrizione alle selezioni è gratuita.

 Le selezioni prevedono:

 Valutazione del curriculum vitae

 Colloquio motivazionale individuale

 Test scritto o orale per valutare le conoscenze della lingua

 I possessori di Diploma di Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica (Classe 3/L12) sono esonerati dall’effettuare il test linguistico e parteciperanno alla selezione per titoli.

Orientamento Universitario : Scegli la Professione di Mediatore Linguistico e avrai un Lavoro!


cropped-interstazione-sito.jpg

In molti scelgono di studiare le lingue e scelgono Facoltà di lingue e Letterature  Straniere, o Moderne, ma per loro forse non ci sarà lavoro. Semplicemente perchè non scelgono una professione!

Il Mediatore Linguistico è una figura professionale decisamente al passo coi tempi che ben si inserisce nell’attuale mercato del lavoro dove tutti noi siamo sempre più spesso chiamati a interagire con persone che parlano una lingua diversa dalla nostra.
Traduttore, ma non solo. Interprete, ma non solo. Il Mediatore Linguistico abbina alla perfetta padronanza delle lingue straniere una profonda conoscenza delle culture, degli usi e dei costumi dei diversi Paesi.
Non si limita infatti alla trasposizione di testi scritti o alla versione di una delle tre lingue o quattro che conosce perfettamente, ma “sa come dire le cose di cui si parla”, ha esperienza di traduzione tecnica e scientifica e ha le competenze per far sì che i concetti giungano efficacemente nella lingua d’arrivo. Conosce il mondo del web, sa dialogare e rispondere con padronanza tecnica ai vari quesiti. E’ in grado di creare un sito web o un blog plurilingue. Tranquillamente si propone sui vari Social Network da Facebook a Twitter a Linkedin. Conosce il Marketing e il Turismo. Può diventare un ottimo Manager in diversi settori. E’ in grado di creare un’azienda diventando un ottimo inprenditore !

Corso di Laurea in Mediazione Linguistica  SSML “S. Domenico”

Se vuoi saperne di più contattaci.

Via Casilina 235

00176 Roma

E-mail :    icampus@centroformazioneprofessionale.it

tel 0627801150           fax 0627800247

orario 9,30-13,00 / 14,30 – 18,00