Come esercitarsi per diventare interpreti e lavorare nelle Istituzioni UE


Università Interpreti e Traduttori a Roma – Simultanea

 Interpreti  presso il Parlamento Europeo

Perchè bisogna esercitarsi in consecutiva per diventare un buon interprete.

Andy presenta un testo sul modello del test in  consecutiva simile a quello che si potrebbe incontrare nell’ esame per diventare interprete nelle istituzioni dell’UE.

Ed ora un esempio di come prendere note sul discorso di Andy

Per tutti coloro che vogliono essere in contatto con la commissione dell’UE

Consecutive Note Taking-Part 1

Consecutive Note Taking-Part 2

consecutive interpreting practice

Emma Watson Speech Consecutive Interpreting Task

ENG  Simultaneous Interpreting EN-SQ

Working as an interpreter: you thought words were the most important? Think again!

Interpretrain’s Note-Taking

Learn more

La figura del Mediatore Linguistico,Traduttore, Redattore per l’editoria: una serie di incontri orientativi


Orientamento  SSml San Domenico offerti da UNITALIA l’associazione di categoria per i professionisti della traduzione e l’interpretariato : la figura del Mediatore linguistico, traduttore, redattore per l’  editoria .

traduzione

Una serie di eventi ed incontri che presenteranno le attività   in programma presso la SSML San Domenico  rivolgendosi a coloro  i quali sono interessati  a conoscere   figure professionali della Mediazione linguistica   del traduttore, redattore in ambito editoriale, con l’obiettivo di fornire gli strumenti basilari per conoscere il mondo dell’editoria.

Agli interessati saranno presentati i corsi offerti sulla piattaforma on line in collaborazione con UNITALIA l’associazione che raccoglie i professionisti  della mediazione linguistica.

per saperne di più chiama o invia una mail:

 

Il traduttore editoriale produce un’opera tutelata dai diritti d’autore, un’opera creativa che viene riconosciuta come autonoma e per definizione di legge, una traduzione editoriale è un’opera dell’ingegno assimilabile alla creazione di uno scrittore

L’orientamento  è rivolto agli studenti delle scuole superiori, ai docenti a tutti coloro  che amano il mondo dell’editoria e vogliono intraprendere questa professione; è anche rivolto a tutti coloro intendono riqualificarsi con un corso professionale a distanza e desiderano avventurarsi nel vasto mondo della traduzione e delle professioni  in ambito editoriale.

 Gli incontri orientativi intendono  anche consigliare a chi aspira a entrare in questo settore lavorativo  l’utilizzo dei sistemi di elaborazione dati, nell’utilizzo dei principali CAT tools, strumenti di traduzione assistita al computer, essenziali per capire come tali strumenti siano veramente utili e facilitano il lavoro del traduttore. Partecipare agli incontri  potrà essere utile per capire come un corso di traduzione on line promosso da UNITALIA  possa servire a  apprendere come funziona il mestiere, come procedere nel lavoro e altri punti importanti per delucidare la professione,  può essere una buona strategia operare in questo campo , per capire se si è pronti a operare da freelance, o se si è più propensi al lavoro di gruppo a distanza.

mediazione-linguistica

IL traduttore editoriale si occupa di tradurre diversi tipi di testo, lavorando per una casa editrice, e, soprattutto, lavora in regime di diritto d’autore: la traduzione rimarrà sempre sua, ma poi cede i diritti d’autore della sua opera alla casa editrice dopo un determinato tempo, periodo che di solito è di 20 anni, ma può anche essere di 70. Per poter diventare traduttore è utile avere la laurea in Mediazione Linguistica con esperienze di traduzione letteraria, saper lavorare tramite i blog, frequentare corsi di specializzazione, corsi e master inerenti un determinato settore. Questo perché un mediatore linguistico, un  traduttore non vive di sole traduzioni, anzi deve essere capace di ampliare le proprie conoscenze in ogni campo, in diverse discipline, deve essere in grado di muoversi, di interagire con gli altri. Ma deve avere anche la passione che è molto utile per svolgere questo lavoro.

Un altro aspetto fondamentale nel lavoro di Mediazione linguistica, di traduzione riguarda la scelta del settore in cui operare, se medico, economico, giuridico, ecc., e per questo è essenziale costruirsi un buona base terminologica, “studiare” diversi manuali sul settore scelto, sapere come costruire un glossario delle schede terminologiche per non perdere i termini che  sono stati già utilizzati e che potrebbero ricorrere più volte in un medesimo testo, ma anche come effettuare la ricerca terminologica nella grande rete di Internet. Ed è importante anche lo studio della linguistica, dei corpora che ci aiuta a capire come diversi termini inerenti un determinato settore vengono collocati, vengono uniti per formare espressioni ben costruite.

 

Mediazione linguistica per apprendere a non essere solo traduttore

A volte capita che il traduttore incontri delle difficoltà nel suo lavoro, soprattutto nella modalità di tradurre alcune espressioni, espressioni che non sono sempre facili da trovare, espressioni che devono rendere il testo ben fluido, dando un senso logico nella lingua d’arrivo. Trappole che si possono incontrare anche nella traduzioni di testi contenenti espressioni dialettali appartenenti alla lingua di partenza, ma che non sempre possono trovare delle corrispondenze nella lingua di arrivo, e in questi casi il traduttore deve chiedersicome posso tradurlo in modo che i lettori possano comprenderlo?”. Quesito   non sempre  facile da  rispondere, e per questo il traduttore diventa un mediatore linguistico, un comunicatore   capace di  trovare diversi modi di tradurre la stessa frase, la stessa parola, fino a quando questa non dia al testo quel senso logico facile da essere compreso . Rendendo, così, il testo una riscrittura viva, ben comprensibile al lettore.

Tradurre è un lavoro molto interessante, affascinante. Ma allo stesso tempo complesso e indefinibile. Tuttavia, per svolgerlo bene, non basta conoscere una o due lingua, anzi è essenziale conoscere soprattutto la propria, bisogna essere in grado di capire i significati e le varie strutture sintattiche delle lingue in cui si traduce, conoscere bene i diversi canoni culturali, letterari, stilistici del paese di cui si studia la lingua, ecc. È fondamentale, quindi, avere un atteggiamento   predisposto ad apprendere e migliorarsi.

Partecipa alla giornate formativa vieni ai nostri Open day!

per saperne di più chiama subito e vieni atrovarci

 

  • Via Casilina, 233, 00176 Roma

 

Come giurare ed asseverare una Traduzione


Giurare una traduzione significa assumersene la responsabilità civile e penale.

Non esiste un albo dei traduttori in Italia.

Le associazioni di Categoria raggruppano i professionisti  come UNITALIA che rappresenta la categoria dei professionisti provenienti principalmente dalle SSML aderenti ad AUPIU.

verbale-trad1-1

 Per giurare una traduzione devo rivolgermi a un traduttore giurato? Ma  chi è il traduttore giurato?

Il traduttore giurato è colui che giura dinanzi a un funzionario giudiziario o notaio, assumendosi la responsabilità civile e penale, che quanto tradotto corrisponde a verità. Non deve essere necessariamente iscritto all’albo dei CTU né al Ruolo Periti Esperti della Camera di Commercio, però alcuni tribunali accettano esclusivamente traduttori iscritti all’albo dei CTU.

traduzioniGiurate

Non sempre è possibile affermare con certezza che chiunque può asseverare. In teoria sì, ma dipende da cosa assevera, innanzitutto la volontà di assumersi la responsabilità civile e penale di quanto tradotto e dai requisiti imposti dal tribunale stesso oppure dal paese di destinazione dei documenti.

Come avviene l’Asseveramento?

Il traduttore   deve recarsi  presso L’Ufficio Asseveramento Perizie e Traduzioni  del  Tribunale di Roma per asseverare la traduzione giurata.

L’Ufficio Asseveramento Perizie e Traduzioni  è all’interno del Tribunale Civile di Roma,  accessibile sia da Viale Giulio Cesare 52, sia da Via Damiata 2.

La stanza n. 302 si trova  al piano terra della Sezione 11°, adiacente alla Sala Avvocati.E’ possibile accedere al servizio tutti i giorni dal lunedì al venerdì 9,00 / 13,00. Bisogna  prenotare il servizio con il nominativo del traduttore nell’elenco affisso fuori la stanza n. 303, dalle ore 8.00 del mattino e attendere poi il proprio turno per i primi 40 posti assegnati all’utenza. Dalle 11,00 verrà affisso un successivo elenco, sempre di 40 utenze, fino alle ore 13,00, per un totale di 80 utenti al massimo per giornata.

 

Il servizio è aperto al pubblico ed è gratuito, bisogna però ottemperare al pagamento dei diritti di bollo da apporre sugli atti da aggiungere al  compenso da corrispondere al Traduttore , che sarà stato precedentemente concordato.

legal-translation-

DISPOSIZIONI PREVISTE PER GIURARE UNA TRADUZIONE 

1) il traduttore può presentare per il giuramento un massimo di 10 atti, poi bisognerà rimettersi in coda nella lista di prenotazione successiva.

2) I traduttori sono invitati a controllare, prima di presentare gli atti per la registrazione del cronologico, che siano stati assolti tutti gli adempimenti previsti dall’ufficio per l’allestimento degli atti da giurare, quali:

  • ciascun atto dovrà essere composto da: documento originale, traduzione e verbale di giuramento, rigorosamente spillati o rilegati;
  • l’atto dovrà riportare  la firma del traduttore a cavallo di ciascuna pagina della traduzione e tra la prima pagina della traduzione e l’atto originale. Dovrà firmare la acciata del documento tradotto, con la prima facciata della traduzione, ad eccezione della pagina che contiene il solo giuramento.
  • il Traduttore dovrà firmare l’atto al verbale di giuramento;
  • i diritti del Tribunale, ovvero le marche da bollo, dovranno essere applicate in numero di una dal valore di 16,00 € ogni 100 righe di testo della traduzione e potranno essere applicate sia alla fine dell’atto o in alto a destra sulle pagine tradotte.
  • Sono previsti casi di esenzioni dai diritti dell’imposta di bollo, in tutti quei casi espressamente citati dalle vigenti leggi.
  • Non si devono applicare le marche: adozione minori, richiesta borse di studio, cause di lavoro e previdenza, atti introduttivi di cause soggette al pagamento del “contributo unificato”, iscrizione scuola primaria e secondaria ed eventuali altre ipotesi, per le quali devono essere comunque trascritti sull’atto gli estremi della legge che prevede l’esenzione.

Il Cancelliere provvederà ad annullarle con il timbro del tribunale, iscrivendo l’atto ad un numero di coronologico progressivo, contenuto all’interno di un registro apposito e poi firmerà l’atto apponendo il proprio timbro a inchiostro, unitamente con il Traduttore.

 

La traduzione deve essere giurata personalmente dal Traduttore che si assume la responsabilità pronunciando e sottoscrivendo la formula di rito, “di aver bene e fedelmente adempiuto all’incarico affidatogli al solo scopo di far conoscere la verità”.

Il “VERBALE DI GIURAMEN TO da compilarsi a cura del traduttore, è disponibile online al sito:

1) su www.tribunale.roma.it    – Modulistica – Asseveramento perizie e traduzioni

o anche in formato cartaceo

2) presso l’ufficio, a richiesta

Nel caso in cui Traduttore sia cittadino proveniente da un paese non appartenente all’Unione Europea, deve aggiungere sul verbale di giuramento, oltre ai dati del documento di identità o riconoscimento, anche i dati del suo permesso di soggiorno da esibire in originale.

Relativamente alla redazione delle traduzioni giurate, l’Ufficio invita il traduttore ad osservare le seguenti indicazioni perentorie:

  • nel caso in cui venga omessa la traduzione di alcune parti del documento, il Traduttore dovrà specificare esattamente, prima della traduzione e nella stessa lingua, quali parti non sono state tradotte, introducendo la formula “Omissis” oppure “testo omesso”, ovviamente scritto nella lingua prevista per la traduzione.
  • i timbri contenuti nel documento da tradurre dovranno essere descritti e tradotti, come pure le firme: se poco chiari, andrà specificato con la dicitura “timbro illeggibile”, “firma illeggibile”, nella lingua della traduzione. Stesso vale per le foto e le marche da bollo eventualmente presenti nell’atto originale, che dovranno essere menzionate dal traduttore (es. foto dell’interessato”, “marca da ….);  Non è permesso riprodurre sulla traduzione giurata, loghi di carte intestate, timbri, firme, presenti sul documento originale. Non è consentito presentare una traduzione con riproduzione grafiche a colori presenti sul documento originale.
  • è  consentito  il  giuramento  di  atti  nominativamente  intestati  al  traduttore, salvo accettazione da  parte dell’ufficio o ente ricevente;
  • non è consentito tradurre da una lingua straniera ad un’altra lingua straniera: il traduttore dovrà comporre l’atto, nell’ordine:
  • documento in lingua straniera,
  • traduzione in lingua italiana + 1° giuramento,
  • traduzione nell’altra lingua straniera + 2° giuramento;
  • secondo le disposizioni del Tribunale, è consentito il giuramento di atti in fotocopia, previa conferma da parte del traduttore, che sarà tenuto a specificare sul verbale di giuramento se si tratta di documento ORIGINALE, in COPIA CONFORME, in FOTOCOPIA SEMPLICE.

Per eventuali  informazioni aggiuntive, vi invitiamo a scriverci e  a contattarci ai nostri recapiti .

Servizi traduzioni 

UNITALIAservizi

Master Professionale Interpretariato e Traduzione Linguaggi Tecnico Scientifici


una buonsa treaduzione leopardi

Obiettivi:

La conoscenza approfondita di specifici linguaggi settoriali di interesse internazionale in ambiti giuridici, politici, scientifici e turistici, in una o più lingue straniere, rappresenta un ottimo biglietto da visita   per carriere professionali ad altissimo livello in contesti europei ed esteri. Gli ambiti di occupazione in Italia e all’estero sono molteplici e vanno dalle istituzioni dell’Unione Europea, alle istituzioni italiane, agli uffici per gli scambi internazionali, alle aziende multinazionali, alle agenzie per l’organizzazione di grandi eventi (convegni e congressi),  agli enti pubblici e privati in settori scientifici, accademici e culturali, alle associazioni e società internazionali, alle agenzie operanti nell’ambito della comunicazione, del marketing e del turismo, alle agenzie di stampa estera, alle amministrazioni locali, agli uffici di relazioni internazionali, alla pubblica amministrazione, agli enti preposti per il governo, agli enti preposti per la gestione pubblica, alle rappresentanze diplomatiche.

Interpreting-222x300

Il master professionale Interpreti e Traduttori linguaggi tecnico-scientifici forma interpreti e traduttori tecnico scientifici in due o più lingue straniere moderne. I corsisti del master raggiungeranno il livello di conoscenza linguistica C2 – framework europeo – e saranno in grado di operare con piena padronanza della tecnica e dell’etica professionale, per servizi di: interpretariato simultaneo; traduzione nei settori più richiesti dal mercato economico, politico, turistico, giuridico e medico-scientifico; o interpretariato di consecutiva, trattativa e chuchotage.

 la traduzione far comprendere la letteratura

Destinatari

Il master professionale è riservato a coloro i quali abbiano una laurea quadriennale vecchio ordinamento;o una laurea triennale di 1° livello conseguita in un paese comunitario o un titolo di studio equipollente con una conoscenza avanzata della lingua (livello minimo richiesto: B2 -framework europeo-). Il master si rivolge, inoltre, a professionisti del settore per la riqualificazione e l’aggiornamento. Il Master verrà attivato con almeno 5 iscritti

 la traduzione è rendere comprensibile una cultura

 

Metodo Didattico

Le lezioni sono frontali e prevedono72 ore a lingua con esercitazioni pratiche in laboratori linguistici e cabina (interpretariato di trattativa, consecutiva e simultanea) e si svolgeranno dal lunedì al venerdì pomeriggio dalle 14,30 alle 18,30 (una lingua al giorno).Sono previsti tirocini

 

  1. Modulo:

Aspetti grammaticali e linguistici propedeutici alle esercitazioni in aula
Acquisizione delle teorie e delle tecniche di interpretariato e traduzione

Esercitazione in memorizzazione lingua di partenza

Esercitazione in memorizzazione lingua di arrivo

Esercitazione di dizione e self-control.

2.Modulo:

Esercitazioni frontali per le lingue prescelte, linguaggi settoriali

Acquisizione delle terminologie tecnico-scientifiche, giuridico, medico, economico, governativo

Mediazione orale (trattativa, consecutiva, simultanea).

3.Modulo:

Traduzione scritta

Esercitazioni in lingua, Creative Writing

Acquisizione delle tecniche del programma Trados, traduzione assistita open source.

4.Modulo:

Approfondimento dei linguaggi settoriali:

1) linguaggio economico e giuridico, lingua straniera

2) linguaggio medico, lingua straniera

3) linguaggio del cinema

4) linguaggio del musical

5) adattamento cine-televisivo

6) sottotitolazione.

5.Modulo:

Aspetti operativi della professione:

Dal self-marketing alle pratiche per l’avviamento al lavoro

Tirocini in sala Conferenze, Festival e Convegni

Tirocini di Traduzione.

 

 

Conseguimento del titolo finale

Al termine del corso verrà rilascito un “Certificato di raggiunta professionalità” per conseguire il certificato è necessario superare una prova finale consistente in una traduzione scritta da e verso la lingua straniera e una prova orale in interpretariato di consecutiva, di simultanea  da e verso la lingua straniera

 

Stage e tirocini

Parte integrante delle lezioni frontali sono i tirocini on the job. I tirocini rappresentano un momento di verifica delle capacità acquisite nonché l’opportunità di costruire reti di contatti con il mondo lavorativo. Ad International Campus si rivolgono Enti, Istituzioni, Imprese per ricerca di personale nonché per l’aggiornamento professionale delle proprie risorse umane e per l’organizzazione di congressi,convegni e traduzioni.

Modalità di iscrizione

L’ammissione al master è subordinata alla valutazione del proprio curriculum da allegare alla domanda e da spedire a:

info@ssmlsandomenico.it

Costi

Il costo del master è di € 2.700,00 per una lingua (chiedere informazioni per più lingue. L’importo è rateizzabile

Data di inizio

L’inizio dell’attività formativa è prevista per il mese di Novembre 2017

 

Sede formativa:

SSML San Domenico

Via Casilina, 233 -00176 Roma
Tel. 0627801150 Fax 0692912348
email: info@ssmlsandomenico.it

Master in FASHION JOURNALISM and BLOGGER


Il master in Fashion Journalism affronta tutti gli aspetti della scrittura relativa alla moda, preparando i corsisti a divenire giornalisti di riviste, reporter delle sfilate, creativi per case di moda e agenzie pubblicitarie e blogger professionisti.

cliomakeup-chiara-ferragni-nasti-biasi-8-vogue

I fashion Journalist and blogger sono gli opinion leader di oggi. Esempi di figure proffessionali che hanno avuto successo come  la giovane Chiara Ferragni. Con i loro blog riescono a avere una visione dell’intero sistema moda, visionare la singola collezione, intervistare stilisti e manager, sostenere o prendere le distanze, ma sempre con uno stile  personale che esprime ciò che piace o non piace.

La figura del fashion Journalist and Blogger riunisce in sé le capacità  di solito richieste a giornalisti, redattori pubblicitari, ricercatori di stili e tendenze, scrittori indipendenti e blogger.

I corsisti potranno  lavorare per una casa di moda o per un’agenzia pubblicitaria, come esperti di comunicazione nella moda (ad esempio in una rivista, in un quotidiano o in un blog), con la possibilità di divenire caporedattore, oppure, in alternativa, lavorare come libero professionista (ricercatore di tendenze e scrittore freelance).

I fashion writer sono quasi sempre presenti nell’industria della moda: sanno come riconoscere e  descrivere le ultime tendenze, lavorano per la stampa, per le agenzie di marketing e di comunicazione, svolgono ruoli chiave per i brand e molti di loro si avventurano  scrivendo libri contenenti ricordi e immagini del futuro.

Il Fashion Blogger è ormai la vera realtà professionale emergente che il raffinato ed esigente fashion system ha individuato come strumento per la promozione  e la divulgazione di  nuove tendenze. Spesso questa figura profesionale  è fin troppo coccolata, viziata e ricoperta di regali. I fashion blogger sono diventati ormai un punto di riferimento per molte aziende e per l’alta moda.

chiara-ferragni-winter-2016-cover-800x1092

 

Programma

Il corso  ha lo scopo di insegnare sia le tecniche di informatica applicata necessarie per l’avvio del blog sia le strategie di promozione sui motori di ricerca, sia le competenze fondamentali per costruire un servizio giornalistico adatto alla rete. Insegnerà a saper utilizzare i social media in maniera dinamica ed efficace.

Chi è il FASHION blogger?

Il Fashion Blogger è una delle figure emergenti degli ultimi anni grazie alla diffusione non solo della moltitudine di blog ma anche all’importante funzione commerciale assunta nel settore della moda. Questa nuova figura professionale non è un comune blogger che condivide i propri pensieri e le proprie opinioni con la web comunity, ma ha assunto nel corso del tempo la posizione di intermediario tra le grandi firme ed il cliente finale. Il mestiere del Fashion Blogger richiede una buona conoscenza informatica applicata oltre ad una grande capacità di scrittura e comunicazione, tale da spingere  chi segue il blog  all’acquisto del prodotto.

La capacità  più importante di un buon Fashion Blogger è essere sempre imformato ed  aggiornato nei contenuti, nella forma e nei metodi di scrittura per coinvolgere i suoi  lettori, con contenuti multimediali rispecchiando la figura del Broker di comunicazione.

camilla

Possono partecipare al corso:

• Laureati che desiderano entrare nel competitivo settore della moda.
• Coloro che sono alla ricerca di un part-time o lavoro a tempo pieno nel settore del fashion system.
• tutti coloro che hanno lavorato con la moda e che desiderano rientrare al lavoro dopo una pausa
• Agenzie già avviate che necessitano di un aggiornamento o di un sostegno o stilisti emergenti che desiderano farsi conoscere.

fashion blogger tips

Materiale Didattico:
Ai partecipanti verranno distribuiti strumenti di approfondimento (dispense) e materiale didattico in piattaforma on line delle tematiche oggetto del corso.

Attestato di Frequenza
Al termine del corso verrà rilasciato a ciascun partecipante l’attestato di frequenza.

Nella Quota di Iscrizione sono Compresi:

• Attestato di partecipazione al corso
• Materiale didattico

Le figure formate
Le figure formate sono profili junior in grado di supportare in modo qualificato i processi di product management & buying, merchandising and pricing, line building, brand management, fashion coordination, licencing management, trade marketing & communication.
Il Master è svolto  in lingua inglese ed italiana.
E’ prevista la presenza di un Teaching Assistant bilingue italiano-inglese e/o cinese.

gucci_milano-fashion-week-ss2016

master-professionali-ssmlsd

  • Via Casilina, 233, 00176 Roma

Interpreti traduttori porte aperte per le immatricolazioni al nuovo anno accademico


Il nostro Istituto per la formazione accademica di Interpreti e Traduttori  SSML San Domenico accoglie  gli studenti  nel proprio Campus Internazionale di Roma per le iscrizioni . E’ previsto un test di ingresso e l’immatricolazione avviene “ad esaurimento posti”, ovvero i primi  studenti immatricolati saranno ammessi al Corso di Studi.

Possono essere ammessi a frequentare il primo anno della Scuola quanti:

  • siano in possesso di diploma di scuola secondaria superiore quinquennale,valido per l’iscrizione all’Università o di diploma equipollente conseguito all’estero (l’equipollenza dei titoli stranieri è valutata dagli organi direttivi della Scuola sulla base delle leggi in vigore in Italia);e superino l’esame di ammissione previsto a norma di legge.
  • Sono ammessi a frequentare anni successivi al primo previa valutazione esami sostenuti dal CTS coloro che :
  • siano in possesso di laurea in lingue o di titolo universitario equipollente conseguito all’estero (l’equipollenza dei titoli stranieri è valutata dagli organi direttivi della Scuola sulla base delle leggi in vigore in Italia);e superino l’esame di ammissione previsto a norma di legge.

master-professionali-ssmlsd

Per ulteriori informazioni  e per prenotarti chiama la segreteria :

  • Via Casilina, 233, 00176 Roma

 

Mediazione Linguistica : Interpretazione Simultanea. Suggerimenti e trucchi per diventare interpreti di conferenza


interpreting services esempio

L’interpretazione simultanea viene utilizzata generalmente in un contesto ufficiale di riunione formale, convegno, conferenze e congressi di portata internazionale. Nell’interpretazione simultanea l’atto dell’interpretazione del discorso dell’oratore da parte dell’interprete avviene simultaneamente (cioè quasi contemporaneamente) allo svilupparsi del discorso stesso. Si parla di simultaneità, non di contemporaneità, poiché, se si esclude quando l’interprete anticipa correttamente il senso del discorso, sussiste sempre uno scarto di tempo, detto décalage, più o meno ampio.

Nell’interpretazione simultanea l’interprete lavora all’interno di una cabina insonorizzata secondo le norme ISO e dotata di una console, grazie alla quale può ascoltare l’oratore attraverso delle cuffie e fornire l’interpretazione, quindi simultaneamente, mediante un microfono, che la trasmette a tutti coloro che non conoscono la lingua dell’oratore, anch’essi muniti di cuffie. Inoltre è importante che l’interprete, all’interno della cabina, sia in condizione di vedere l’oratore.

conference-microfono ssml san domenico

A differenza dell’interpretazione consecutiva in cui è necessario prendere appunti, non abbiamo tempo durante una sessione di interpretazione simultanea. Invece di utilizzare gli appunti e la memoria a breve termine, in questa modalità interpretativa si utilizzerà  la memoria immediata a breve termine. Oltre all’incapacità di prendere appunti, un’altra sfida nell’interpretazione simultanea è la necessaria capacità di utilizzare il  “multitasking “ cioè più azioni che si compiono contemporaneamente. Sai  parlare al cellulare e camminare allo stesso tempo? In caso affermativo, è possibile comprendere le azioni di “multitasking”.  Cerchi di ascoltare, comprendere e analizzare un discorso in corso e poi interpretarlo in una lingua diversa mentre ancora ascolti il discorso. Quanto tempo abbiamo prima di sconvolgere o perdere la traccia del discorso?

practice perfect

INGREDIENTI PER IL SUCCESSO
Interpretazione simultanea,  consigli e trucchi.

Come si può probabilmente dire, non è così facile. La velocità e l’immediatezza dell’interpretazione simultanea creano alcune sfide. Ecco alcuni modi per superare le sfide.

Impara ad anticipare. Poiché il messaggio è ancora in corso mentre stai proponendo l’interpretazione, cerca di capire cosa è imminente. La familiarità con l’argomento  è un must;

La familiarità con il linguaggio del discorso dell’oratore  è anche utile. Per fare pratica, prestare attenzione a come parlano le persone intorno a noi.Sarà facile  apprendere che spesso  è possibile prevedere logicamente l’idea successiva dalle parole chiave che sono già state fornite.

Aumenta il décalage. Il décalage è la durata del tempo tra l’inizio del discorso e l’inizio della tua interpretazione. Un décalage più lungo consente una maggiore precisione perché si ha più contesto prima di interpretare. Quando si frequenta un corso di  formazione e si pratica in laboratorio,bisogna provare a  sfidare se stessi cercando di aumentare il décalage.

Resta sempre in controllo della prestazione. Uno degli aspetti negativi dell’interpretazione simultanea è che a volte, a causa della velocità in cui il messaggio deve essere trasmesso, l’interprete non sia in grado di comprendere l’intero messaggio, portando  una omissione del messaggio o delle sfumature. È importante che l’ interprete riesca a  essere sempre pronto  a controllare tutto il messaggio  per assicurarsi che sia sempre il padrone del gioco.

simultaneous-interpreting lab at ssml

CI VUOLE PRATICA, PRATICA, PRATICA

Lo “Shadowing”. Un buon modo per iniziare è lo Shadowing di un discorso strutturato di 20 minuti, come quello che potresti fare seguendo  TEDTalks. Cercare di evitare i notiziari o spettacoli radiofonici in quanto in essi   manca la continuità tra i segmenti. Lo Shadowing  significa ripetere ciò che si è detto nella stessa lingua, cioè inglese> inglese. Ti allenerà il cervello ad ascoltare e parlare continuando ad ascoltare contemporaneamente. Mentre si fa esercizio, è possibile allungare lentamente il décalage  aiutandosi con l’esercizio allenando la memoria. Una volta che ti senti tranquillo, puoi iniziare a interpretare i discorsi.

Esercizio per allenare il cervello. Ascoltate un discorso di 30 secondi durante la scrittura di una serie di numeri ( oppure contate al rovescio da 100 a 1). Provate a ripetere ciò che avete sentito, usando un registratore per controllare come avete eseguito l’esercizio e vedere quanto avete memorizzato e perso. Questo esercizio  aiuterà il  cervello  a concentrarsi su entrambi i compiti senza sacrificare la qualità.

Mediazione linguistica: interpreti, traduttori, adattatori, figure emergenti nel mercato del lavoro


Il Mediatore Linguistico è una figura professionale che svolge attività di mediazione tra persone e i servizi dei vari paesi stranieri, con lo scopo di facilitare una comunicazione e una comprensione reciproca. questa figura profesionale, altamente richiesta,si distingue sia dal traduttore, perché non tratta solo la traduzione del testo scritto, pur contemplandola nella propria attività, sia dall’interprete,che si avvale dell’utilizzo di apparecchiature tecniche necessarie per l’interpretazione congressuale, pur essendo in grado di gestire la traduzione orale in gruppi più ristretti di persone con le tecniche dell’interpretazione consecutiva, della trattativa e dello chuchotage (tipo di interpretazione simile alla simultanea ma senza l’ausilio di microfoni o cabine).

La mediazione linguistica ,figura sempre più richiesta in ambito occupazionale,  non si occupa solo di intermediazione linguistica, ma è in grado  di rimuovere gli ostacoli che si creano nella comunicazione, per favorire lo scambio e la comunicazione tra persone che vengono da diversi paesi.

SSMLSANDOMENICO_INTERNATIONALCAMPUS real

La figura professionale del mediatore linguistico  può essere utilizzata in diversi settori lavorativi della nostra società ( aziende, enti, associazioni, onlus, ONG,scuole, strutture sanitarie, carceri ecc.). Un aspetto fondamentale di questo profilo professionale  è saper essere al di sopra della parti e garantire un dialogo su base paritaria, nel rispetto delle differenze culturali. Il mediatore è anche interprete e traduttore, ma  è il dialogo che garantisce la buona riuscita della mediazione, la capacità di saper creare un ponte tra culture.

Il successo dell’ intervento è la sua capacità e la necessità di essere un esperto della comunicazione.

mediazione linguistica campus

Il mediatore linguistico utilizza le proprie conoscenze linguistiche e culturali e la propria capacità relazionale ed empatica per meglio interpretare ed esprimere le caratteristiche e i bisogni degli stranieri e non: si pone da “ponte” tra gli immigrati stranieri e i servizi e/o popolazione del Paese di accoglienza. Non è solo un interprete che traduce da una lingua ad un’altra, ma esercita una funzione di orientamento culturale nei confronti degli immigrati, per favorire la loro completa integrazione.

master-professionali-ssmlsd

  • Via Casilina, 233, 00176 Roma

COME DIVENTARE INTERPRETI E TRADUTTORI PRESSO LA UE


interprete ue

Conoscere bene  una lingua straniera è diventato un requisito di enorme importanza per entrare nel mondo del lavoro. Oggi quasi tutte le aziende richiedono la conoscenza di almeno una lingua estera come elemento indispensabile all’assunzione del personale poiché, date le nuove norme emanate dalla Comunità Europea in fatto di libera circolazione delle persone, dei lavoratori e delle merci, è più facile stabilire rapporti di lavoro con aziende europee e d’oltreoceano. Abbiamo sempre più la necessità di figure professionali “multilingue”, con capacità di intrattenere rapporti con clienti esteri o di utilizzare testi e materiali redatti in altre lingue.

Formarsi  frequentando corsi altamente professionalizzanti , può rappresentare un’arma vincente per differenziarsi rispetto ad altri candidati. Inoltre se si possiede una particolare predisposizione all’apprendimento delle lingue, l’ideale è  orientarsi verso la carriera di TRADUTTORE e INTERPRETE, la professione più adatta a chi ama viaggiare, a chi vuole lavorare in contesti internazionali e…guadagnare bene.

an interpreter at work during th eu

FREQUENTARE SCUOLE PER MEDIAZIONE LINGUISTICA CON CORSI PER INTERPRETI E TRADUTTORI – Innanzitutto bisogna partire con una scuola che garantisca una solida preparazione di base , che abbia strutture  e laboratori di interpretariato  all’avanguardia.
All’interno di essa si formeranno figure professionali in grado di lavorare in imprese internazionali, nel settore della mediazione linguistica e culturale , dell’assistenza linguistica, della traduzione e redazione di testi, verbali, corrispondenza, dell’ interpretazione di trattativa e di tutti gli ambiti in cui è necessario un interprete o un traduttore.

 

Chi è in possesso del diploma di maturità può iscriversi ai corsi universitari in mediazione linguistica  in traduzione e interpretazione, di durata triennale che consentono una formazione culturale e una preparazione professionale altamente specializzate; oppure chi ha una laurea triennale i Lingue  ai corsi di secondo livello Laurea magistrale che consentono anche  corsi professionali in interpretazione di conferenza, una professione molto richiesta e ben retribuita. Per accedervi è richiesta una competenza linguistica avanzata, con padronanza della lingua italiana e di due lingue straniere sia nel parlato che nello scritto.

Le lezioni si svolgono integrando la fase d’aula con esercitazioni,laboratori di interpretariato  e traduzione, seminari, e gli insegnamenti si riferiscono solitamente all’inglese, al francese, al tedesco ,allo spagnolo e al portoghese , che sono poi le  lingue ufficiali più diffuse nella Comunità Europea ,ma è anche possibile studiare lingue orientali come il russo ,cinese ,giapponese ed arabo. Il programma comunitario Erasmus consente di svolgere un periodo di tirocinio all’estero o  presso Università collegate con le scuole per interpreti, con riconoscimento delle frequenze e degli esami da parte dell’università di origine, e con contributi erogati dalla Unione Europea.

Per ulteriori informazioni: consultare la pagina ufficiale dell’Unione Europea

LAVORARE PER L’UE – Se conoscete bene le lingue e desiderate viaggiare, entrare in contatto con un ambiente multilingue e multirazziale, potete cogliere al volo le opportunità offerte dalla Unione Europea presso le cui istituzioni si può lavorare come interprete e o traduttore. Per entrambe le professioni è prevista una doppia possibilità, quella di lavorare presso le istituzioni comunitarie in qualità di funzionario o come libero professionista. Nel primo caso l’assunzione avviene attraverso i concorsi pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della  UE e pubblicizzati sui quotidiani nazionali. Gli aspiranti traduttori, oltre ad essere cittadini europei e ad essere laureati, devono avere una conoscenza perfetta di almeno 2 lingue della UE. Come diventare interprete di conferenza

TRADUTTORE AGGIUNTO – Inoltre, per diventare traduttore aggiunto non è richiesta alcuna esperienza professionale, anche se vengono presi in considerazione solo quei candidati che abbiano ottenuto il diploma di livello universitario non più di 3 anni prima della pubblicazione del concorso; mentre, per diventare traduttore si richiede esperienza minima di 3 anni. Il concorso si basa su prove scritte (domanda a risposta multipla e traduzioni nella lingua madre). L’intera procedura dura in media dagli 8 ai 10 mesi. La scelta del vincitore viene fatta tenendo conto della sua formazione e della disponibilità dei posti.

TRADUTTORE LIBERO PROFESSIONISTA – Chi, invece, preferisce lavorare come traduttore libero professionista deve riferirsi al Servizio di Traduzione della UE, che ha sede a Bruxelles e a Lussemburgo e che conta nel suo organico ben 1300 linguisti e 500 ausiliari, più i traduttori da tutto il mondo.

Il reclutamento avviene tramite appositi bandi, pubblicati circa ogni 3 anni sulla Gazzetta comunitaria, presentando delle proprie offerte di traduzione.

european parliament a booth

COME DIVENTARE INTERPRETE – Chi desidera diventare interprete deve partecipare al concorso, che viene bandito una volta all’anno; superato il concorso si finirà in una graduatoria alla quale le singole istituzioni comunitarie attingeranno all’occorrenza. I requisiti sono la conoscenza di determinate lingue e test di traduzione simultanea.

INTERPRETE FREE LANCE – Per diventare interprete free lance non ci sono limiti di nazionalità e possono essere prese in considerazione tutte le lingue.

master-professionali-ssmlsd

  • Via Casilina, 233, 00176 Roma

Mediazione Linguistica e Sbocchi Professionali – I profili lavorativi


ISCRIZIONI ED ESAME AMMISSIONE CLICCA QUI

Il Mediatore Linguistico  grazie ad una competenza linguistica settoriale in più lingue  straniere, può essere impiegato in diverse attività lavorative sia come dipendente che come  libero professionista.

I Mediatori Linguistici possono svolgere attività professionali nel campo dei rapporti internazionali, a livello interpersonale e d’impresa, della ricerca documentale, della redazione in lingua di testi quali rapporti, verbali, corrispondenza, di ogni altra attività di assistenza di alto profilo alle imprese e negli ambiti istituzionali.

Cosa significa una formazione efficace e innovativa:

Il nostro Piano di Studi , fornisce  competenze linguistiche in almeno  due lingue straniere oltre la madrelingua e la possibilità  di studiare  una terza o una quarta lingua, prevede diversi indirizzi oltre quello di base in traduzione e interpretariato e/o traduzione ed adattamento  come l’indirizzo per le professioni del turismo o  quello aziendale imprenditoriale che permettere agli Studenti di acquisire ,tramite insegnamenti  in settori specifici, le competenze  utili all’inserimento professionale in  diversi ambiti lavorativi.

 Solo alcuni esempi di sbocchi professionali e occupazionali 

Gli sbocchi professionali  sono molti e professionalmente sostenuti e promossi dalla nostra associazione professionale UNITALIA la cui presidente Prof Adriana Bisirri cura e sostiene le attività di tirocinio per l’inserimento professionale di tutti i laureati che escono dalle SSML aderenti ad AUPIU . Tutti gli studenti vengono automaticamente iscritti  già da laureandi  nel  terzo anno. Molti svolgono anche attività di tirocinio in associazione con la creazione di un blog e la capacità di sapersi promuovere tramite i Social Media .  Elenchiamo solo alcuni esempi di profili :

  • Interprete free lance; traduttore free-lance, traduttore editoriale, localizzatore, traduttore e adattatore  di audiovisivi, consulente linguistico per le Camere di Commercio Estere, consulente linguistico per le forze dell’ordine.
  •  Mediatore linguistico, per le relazioni esterne di aziende o uffici pubblici, responsabile della comunicazione aziendale per multinazionali o aziende import-export, portavoce e addetto stampa, traduttore e interprete in agenzie giornalistiche.
  •  Mediatore Linguistico  ed operatore di pace, cooperante nelle organizzazioni umanitarie, impiegato in ambasciate o uffici consolari e operatore nelle ONG.
  •  Mediatore linguistico tour leader per compagnie di crociera, impiegato per compagnie aeree e tour operator, per agenzie di spedizioni e di trasporti internazionali, per la marina mercantile, armatori e compagnie navali.
  •  Mediatore linguistico operatore all’interno di PCO (Professional Congress Organizer), nella ricezione e nel management  alberghiero, come responsabile relazioni esterne per musei e imprese private turistiche.
  •  Mediatore linguistico nell’ambito della area commerciale di aziende internazionali come Key Account Manager, Export sales Manager, Product Manager etc
  •  Mediatore Linguistico nell’ambito dell’area Marketing di aziende internazionali: nel marketing di prodotto, nel retail marketing, nel trade marketing, nel web marketing
  •  Mediatore linguistico come assistente di direzione in società multinazionali, nel reparto Risorse Umane di aziende internazionali.
  • Mediatore linguistico per le nuove tecnologie, esperto comunicatore nei social media  e Blogger.
  • Per saperne di più
  • Le carriere all’avanguardia per l’occupabilità
  •  Il  nostro titolo di Mediatore Linguistico per il Management e Sviluppo del Territorio  è equipollente alla laurea in Mediazione Linguistica L12  e permette  un diretto inserimento in aziende nei settori diversi .  Molte aziende ed enti si rivolgono direttamente a noi per avere i migliori laureati.Non solo la conoscenza  e competenza tecnica  settoriale delle lingue, ma anche della cultura creativa in ambito dell’arte e dello spettacolo, della storia e dell’arte, dell’aspetto economico-giuridico, storico-turistico, dei vari paesi di riferimento, crea  professionisti indispensabili per l’inserimento nell’attuale mercato del lavoro.